Zona 167, stanziati 280mila euro per la ripresa dell’urbanizzazione dei nuovi lotti

Pietrocola: “Riaperto il cantiere per la rete viaria nel comparto Biccari”. Abbattista: “Il quartiere sta pian piano liberandosi dall’etichetta di zona dormitorio”

Comparto Biccari

Sono ripresi i lavori di completamento delle urbanizzazioni primarie nei diversi comparti della 167 interessati dall’edificazione delle cosiddette volumetrie disperse. A riattivare i cantieri per le reti del gas, di fogna nera ed idrica, coordinati dall’assessorato ai Lavori pubblici, è stato il fondo di circa 280mila euro messo a disposizione dall’assessorato al Bilancio così suddiviso: 176mila destinati alla rete del gas, i cui lavori saranno eseguiti da Amgas SpA e 103 per la rete idrica e fognante, i cui lavori saranno eseguiti dall’AQP SpA.

Le attività riprenderanno dall’esecuzione della rete del gas, per poi procedere con la fogna bianca, la pubblica illuminazione, la telefonia e la viabilità. A quest’ultimo proposito, è stato riaperto il cantiere per il completamento della rete viaria nel comparto Biccari, a ridosso della nuova Chiesa di San Filippo Neri e dei nuovi lotti di edifici.

L’intervento consentirà il collegamento tra il Tratturello dei Preti e Via Rovelli e, successivamente, via Lucera “realizzando così un’arteria di notevole importanza per l’intera viabilità comunale” afferma l’assessore ai Lavori pubblici Leonardo Pietrocola. “L’azione sinergica con gli altri uffici comunali ci ha consentito di superare l’ostacolo finanziario – riprende Pietrocola – così come la collaborazione di tutti gli enti di fornitura dei servizi, a partire da AMGAS ed AQP, ci consentirà di portare a termine le opere nel più breve tempo possibile e con il più alto grado di efficienza”.

Antonello Abbattista, presidente comitato Comparto Biccari | “Apprendiamo con soddisfazione la notizia della ripresa dei lavori riguardanti le urbanizzazioni della zona circostante alla nuova Parrocchia di San Filippo Neri, in via Spera. Una zona che aveva bisogno di risposte tanto per i nuovi insediamenti abitativi quanto per quelli già esistenti e che, dopo il rifacimento del manto stradale avvenuto lo scorso anno, andrà ad assumere una conformazione e una dignità ben definite.

Finalmente, dopo anni, il quartiere sta pian piano liberandosi dall’etichetta di zona dormitorio per diventare una periferia vivibile e godibile. Merito soprattutto delle recenti opere pubbliche che si sono realizzate con i fondi Pirp quali il Tratturo Biccari, diventato un bellissimo percorso pedonale e ciclabile dotato di attrezzature per lo sport e in cui ha anche trovato spazio una dog-area, i due parchi attrezzati con giochi realizzati in viale La Torre o le 6 aree a parcheggio pubblico di cui è stato dotato il quartiere.

Opere che sono state il frutto di un lungo  e sinergico lavoro tra il Comitato, la Circoscrizione Nord e l’assessorato all’Urbanistica – spiega Abbattista che prosegue – Il percorso per la riqualificazione totale del quartiere, tuttavia, è ancora lungo e, specialmente sotto il profilo dei lavori pubblici, attendiamo risposte su parecchie questioni ancora non affrontate. Dallo spartitraffico mai completato in via De Mita ai marciapiedi mai realizzati in via Rizzi, via Rosiello, via Mancini e via Vovola per arrivare al parcheggio pubblico non realizzato in via Angelillo o all’allargamento dell’incrocio tra via Lagonigro e via Spera.

Tutte problematiche che sono già state portate all’attenzione del neo assessore ai Lavori pubblici, Leonardo Pietrocola, e per le quali ci aspettiamo risposte in tempi rapidi dato che si tratta di lavori la cui realizzazione è attesa da anni. In alcuni casi si tratta di opere mai realizzate dalle stesse imprese costruttrici delle abitazioni in zona 167.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non va meglio sotto il profilo della viabilità dato che i piani “tappabuche” approntati negli ultimi mesi dal Comune di Foggia non hanno mai minimamente sfiorato il Comparto Biccari. Inoltre in nessuna delle strade interne del quartiere è mai stato realizzato il cosiddetto “tappetino” d’asfalto (che permette di mettere a livello il piano stradale con i tombini ed evita che l’asfalto stesso si sbricioli nel corso degli anni). Da tempo immemore attendiamo il rifacimento della segnaletica orizzontale in viale La Torre”. Abbattista conclude: “Confidiamo nell’attivismo dell’assessore Pietrocola, con il quale peraltro è già stato fatto un sopralluogo nel quartiere nei giorni scorsi, affinché si vadano a sanare situazioni annose. in molti casi banali, ma che permetteranno al Comparto Biccari di fare il definitivo salto di qualità per riscattarsi completamente”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento