Tremiti, al via l'opera di completamento per l'attracco delle imbarcazioni a San Domino: i lavori dureranno 290 giorni

L’esecuzione dei lavori è affidata alla società ‘In mare srl’. Si procederà all’ampliamento della banchina esistente, all’irrobustimento dell’attuale scogliera e  alla costruzione ex novo del molo di Scirocco

Il progetto dei lavori

Ampliamento della banchina esistente, irrobustimento dell’attuale scogliera, costruzione ex novo del molo di Scirocco: partono oggi i lavori di completamento delle nuove opere difesa del porticciolo per l’attracco delle imbarcazioni all’isola di San Domino, nell’arcipelago delle Tremiti.

I lavori, come si evince dall’ordinanza della capitaneria di porto di Termoli, avranno una durata di 290 giorni, ovvero fino al prossimo 3 luglio (e comunque fino a termine esigenza). L’esecuzione dei lavori è affidata alla società ‘In mare srl’, per conto del Comune delle Isole Tremiti, e riguarderà la fascia oraria compresa tra le 6 e le 19.

Nel dettaglio, verranno effettuati “lavori completamento delle nuove opere di difesa del porticciolo di attracco delle imbarcazioni all’isola San Domino, presso il tratto di mare antistante la cosiddetta Cala degli Schiavoni, attraverso l’utilizzo di due ‘motopontoni’”. Si procederà “all’ampliamento della banchina esistente, all’irrobustimento dell’attuale scogliera e alla costruzione ex novo del molo di Scirocco”.

L’area interessata dai lavori sarà interdetta, come da comunicazione della capitaneria di porto, “alla navigazione, sosta, ormeggio e qualsiasi altra attività connessa con l’uso del mare”, dalle 5.30 del mattino alle 19.30 della sera. La società ‘In Mare s.r.l.’, dovrà provvedere ad interdire sia l’area oggetto dei lavori che l’area della pianta di carico, mediante l’apposizione di barriere e/o boe gavitelli, personale di guardia ed appositi cartelli monitori al fine di segnalare il relativo divieto di accesso a persone e mezzi.

“E’ fatto obbligo a tutte le unità in navigazione nelle acque adiacenti alla zona interessata dalle operazioni ed in transito, in ingresso ed uscita dal porto, di evitare, in ogni modo, di intralciare le operazioni in corso; navigare con la massima cautela e ponendo la massima attenzione ad eventuali segnalazioni ottico-acustiche emesse dalle unità impegnate nei lavori; interrompere immediatamente la navigazione nel caso di fortuito/accidentale avvicinamento all’unità impegnata nelle operazioni, contattando l’unità in attività operativa”.

“Non sono soggette al divieto le unità della capitaneria di porto - guardia costiera e delle forze di polizia che, per compiti di istituto, abbiano interesse ad accedere, ed il personale ed i mezzi navali della ditta esecutrice dei lavori. Non è soggetta a tale divieto l’unità navale di linea di continuità territoriale della C.I.N. Tirrenia, per il tempo strettamente necessario ad effettuare la manovra di ormeggio presso la banchina di San Domino e, comunque, cercando di occupare solo la porzione di area interdetta necessaria all’esecuzione in sicurezza della succitata manovra”. I contravventori alla presente ordinanza saranno puniti a norma di legge.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento