Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Economia

Che fine ha fatto l'housing sociale? Juri Galasso: "Il progetto deve ripartire"

Il segretario provinciale della Feneal-Uil invita Regione e Comune a riattivare il percorso che che permetterà l'acquisizione di circa 800 alloggi al Comune capoluogo

Riprendere immediatamente il percorso per la realizzazione del progetto di Housing sociale. Questo l'invito che il segretario provinciale della Feneal-Uil, Juri Galasso, rivolge al Comune di Foggia e alla Regione Puglia.

"Dopo la positiva svolta di inizio anno, nonostante le sollecitazioni del sindaco, il progetto ha subito ulteriori nuovi rallentamenti a causa dell'ultima tornata elettorale. Ora che il nuovo Consiglio Regionale è operativo, è giusto riprendere il filo del discorso e portarlo a conclusione in tempi che auspichiamo brevi", afferma Galasso.

L'Housing sociale prevede 27 accordi di programma "spalmati" in quattro ambiti di applicazione che permetteranno l'acquisizione di circa 800 alloggi al Comune capoluogo metà dei quali sotto forma di cessione di aree edificabili e progettazione esecutiva per l'emergenza abitativa. "La ripresa dell'intero avrebbe un duplice effetto positivo: rilancerebbe il comparto edile del capoluogo e rappresenterebbe una valida risposta alla tensione abitativa", conclude il segretario provinciale della Feneal-Uil.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Che fine ha fatto l'housing sociale? Juri Galasso: "Il progetto deve ripartire"

FoggiaToday è in caricamento