I servizi socio-assistenziali dei Monti Dauni passano per Candela

Sottoscritta dal sindaco Gatta la convenzione per l’affidamento all’IPAB di Candela di alcuni servizi dell’Ambito Sociale di Troia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Nuova vita per l’IPAB “Emma e Decio Ripandelli’ di Candela, grazie alla convenzione firmata ieri tra il sindaco Nicola Gatta, presidente pro-tempore dell’ente benefico, e il sindaco di Troia, Leonardo Cavalieri, presidente del coordinamento istituzionale dell’Ambito di Troia, ente che gestisce i servizi socio-assistenziali di 16 comuni dei Monti Dauni.

Con la sigla del documento vengono trasferiti all’Ente del comune dauno diversi servizi di Ambito Sociale Territoriale tra cui quello di integrazione scolastica con 50 assistenti educativi e tra qualche giorno quello di segretariato sociale e servizio sociale professionale con l’impiego di 12 assistenti sociali.

Soddisfatto il primo cittadino, Nicola Gatta: “Dopo aver lavorato per diversi mesi, abbiamo raggiunto un risultato storico per l’IPAB 'Emma e Decio Ripandelli' che consentirà all’Ente la trasformazione in ASP (Azienda Servizi alla Persona) diventando punto di riferimento dei servizi socio-assistenziali del territorio e volano di occupazione e crescita economica. Ai sindaci dei 16 comuni dell’Ambito Sociale, va il mio personale ringraziamento per aver accolto  e condiviso la mia idea”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento