Food&beverage and hospitality, Carra indignato: "Mongelli non ha ritirato premio internazionale"

Il 13 aprile Foggia doveva ricevere il prestigioso 'Premio Internazionale Excellence del Grand Cordon D'or de la cuisine francaise', ma le istituzioni si sono rese latitanti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Si è chiusa con un bilancio positivo la seconda edizione dell'International meeting di food&beverage and hospitality 2014 che si è tenuto a Foggia lo scorso 13 aprile. L'evento, organizzato dal presidente dell'U.P.A.H.R International Donato Carra, ha visto l'affluenza delle migliori associazioni di categoria e operatori di settore, con un pubblico veramente caloroso che ha partecipato con interesse. Tanti gli ospiti d'eccellenza tra i relatori arrivati da tutt'Italia e dall'estero: il maestro di cucina Renato Carati (ambasciatore della cucina italiana in Belgio e Francia) che ha spiegato il suo impegno per il territorio pugliese a Mons 2015 - dove la Puglia sarà protagonista - e di come il nostro territorio viene visto all'estero. C'era anche Mariagrazia Picchi, blogger del salotto culinario e scrittrice del suo ultimo libro " Easy Chic ", Sandro Romano, il Cav. Tommaso Chiarella (presidente del Premio Internazionale Excellence) e i presidenti delle varie associazioni di categoria.

Molte le richieste dei visitatori di potersi iscrivere all'U.P.A.H.R International, che in brevissimo tempo si è imposta su tutto il territorio nazionale ed internazionale grazie alla tenacia del suo presidente Donato Carra, il quale ha colto l' occasione per rimproverare le istituzioni di non prendersi cura di chi rappresenta il territorio pugliese. "Rilevo una discutibile latitanza delle istituzioni nell' attenzione del nostro territorio mentre gli operatori di settore e cittadini, al contrario, esprimono la loro maternità di grazia prendendoseli a cuore, non certo per egoismo ma per realizzare il bene e la crescita di un territorio".

Infatti il 13 Aprile scorso la città di Foggia doveva ricevere il prestigioso Premio Internazionale Excellence del Grand Cordon D'or de la cuisine francaise, ma le istituzioni si sono rese latitanti. Carra indignato Ha commentato: "Evidentemente le istituzioni hanno preferito passare il pomeriggio della domenica delle Palme a casa, a tavola, invece di ricevere un riconoscimento internazionale. Il sindaco Mongelli poteva anche far venire un usciere del Comune di Foggia, ma la loro indifferenza non può che lasciarmi indignato. Ma questi signori che dovrebbero rappresentare una città, in verità cosa rappresentano?".

Dopo le varie tematiche, quindi, sulla ristorazione in Italia e di come la Puglia viene vista all'estero, l'evento si è snodato con un percorso enogastronomico messo a disposizione dai vari sponsor intervenuti e con una competizione di Chef e Maitre, di varie associazioni, che con la loro professionalità hanno presentato piatti professionali ,valorizzando il territorio pugliese. Il tutto accompagnato dalle performance live dei cantautori del calibro di Max Orsi e Angelo Avarello dei Teppisti dei Sogni. A presentare l'evento è stata la giornalista di TG Norba 24, Daniela Mazzacane.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento