Installazione Ups, Bove precisa: "Attività che AmService non avrebbe potuto svolgere"

Antonio Bove, presidente dell'AmService precisa che l'art. 3 della convenzione tra AM Service e Comune di Foggia impone il cosiddetto “contratto di presidio”

Palazzo di Città

"Il trasporto e l’installazione delle 604 postazioni Ups alle Scuole dell’Infanzia, Primarie e Secondarie di Primo Grado della città di Foggia sono attività che AM Service non avrebbe potuto svolgere". Così Antonio Bove, presidente della società AM Service, con riferimento all’articolo dedicato da Foggiatoday al progetto del Comune di Foggia.

Specifica Antonio Bove: "L’articolo 3 della convenzione tra AM Service e Comune di Foggia impone il cosiddetto “contratto di presidio”, ossia l’obbligo per i dipendenti della società di lavorare “in loco”, senza potersi spostare da un plesso all’altro, figuriamoci presso le strutture scolastiche. È di tutta evidenza, dunque, che il nostro personale non sarebbe stato comunque nelle condizioni di espletare questo servizio, sia per le clausole contrattuali che legano AM Service al Comune di Foggia, sia per i profili professionali dei dipendenti della società".

Queste invece le parole dell'assessore Morese: "Attesa l’impossibilità di AM Service a svolgere questa prestazione, abbiamo effettuato una ricerca di mercato per individuare la società che potesse svolgere questo servizio nel migliore dei modi ed al prezzo più contenuto. Anche perché trattasi non solo della banale connessione di un cavo ad un pc, ma di una attività che comprende anche lo spostamento di ben 604 postazioni Ups, di cui la società Argomedia ha accettato di farsi carico. Mi stupiscono dunque il riferimento al presunto brusìo contenuto nell’articolo, non comprendendo da cosa possa essere motivato. Ciò che sappiamo per certo è che in questi giorni stanno giungendo presso il Servizio Innovazione Tecnologica del Comune di Foggia le lettere di ringraziamento dei dirigenti scolastici per il progetto “E.CO.UPS” al quale ha aderito l’Amministrazione comunale e per la consegna dei dispositivi".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • "Irresponsabile incoraggiare la didattica in presenza". Appello di Emiliano al mondo della scuola. "La mia non è una crociata"

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

Torna su
FoggiaToday è in caricamento