Voilà Insecurenet, la start-up nata a Foggia che mette al corrente gli utenti sui rischi della rete

I due foggiani vincitori del progetto PIN (Pugliesi Innovativi) della Regione Puglia, oggi hanno firmato l'atto di impegno per ricevere il finanziamento

Nelle foto: - Pellegrino Francesco con il Responsabile Arti Paolo D'Addabbo: INSECURENET_arti.jpg - Pellegrino Francesco che firma l'atto di impegno: INSECURENET_firma.jpg

E’ iniziata oggi, con la firma dell’atto di impegno presso gli uffici dell’ARTI Puglia, l’Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione della Regione Puglia, l’avventura professionale della nuova startup foggiana dedicata al mondo della CyberSecurity: Insecurenet, vincitrice del bando PIN, Pugliesi Innovativi.

La società, nata da un’idea di Francesco Pellegrino, esperto di sicurezza informatica da anni impegnato nell’amministrazione di sistemi, e sostenuta dalla socia Carmela Rinaldi, responsabile marketing, entrambi foggiani, è registrata presso la sezione speciale delle Stratup Innovative della Camera di Commercio di Foggia.

InsecureNet si pone come mission semplificare il concetto di cybersecurity, o meglio, mettere al corrente gli utilizzatori di dispositivi connessi alla rete come: smartphone, pc, tablet, Amazon Alexa, o perfino, tv, lavatrici e frigoriferi smart, dei rischi in cui possono incorrere, spiegando le contromisure da adottare tramite guide, tutorial e articoli, con un linguaggio chiaro  e semplice.

Per via della disinformazione riguardante la cyber security, ogni giorno migliaia di persone sono bersaglio di attacchi informatici che mirano la loro, e non solo, privacy e sicurezza dei dati, consentendo all'attaccante di acquisire informazioni e dati sensibili contenuti nei dispositivi di utilizzo quotidiano.

Una delle maggiori cause di attacchi informatici è la mancanza di prevenzione dovuta alla disinformazione, colpa della complessità e dei termini usati dagli addetti ai lavori della cybersecurity.

Nel mondo, nel 2018, gli attacchi informatici sono cresciuti del 77,8% rispetto il 2014 (fonte Clusit). Questo problema è strettamente collegato all'evoluzione della società digitale con la conseguente diffusione di strumenti informatici, in tutti gli ambiti della vita del cittadino, che porta a inevitabili conseguenze per la sicurezza.

 “Per adesso”, come spiega Pellegrino, CEO e Systems & Security Administrator della società, “il sito e i profili social sono ancora “work in progress”, ma verranno riempiti in pochissimo tempo con contenuti inerenti al tema della sicurezza informatica e”, continua, “nel giro di 6 mesi, sarà pronto il primo prototipo funzionante di un dispositivo firewall con un sistema operativo open-source, corredato di manuale, tutorial e guide, completamente in italiano, per permettere a chiunque, anche ai meno esperti, l’utilizzo e la configurazione del software”.

“Uno dei problemi della maggiore diffusione di attacchi informatici nel nostro Paese è causato dalla mancanza di figure specializzate nel settore, per questo”, prosegue Pellegrino, “la nostra ambizione più grande è quella di realizzare un distretto di riferimento della CyberSecurity in Puglia con la creazione di una piattaforma territoriale per lo sviluppo di soluzioni di sicurezza innovative, generando una collaborazione tra privati, aziende, finanziatori e mondo accademico, per aggregare competenze e professionalità al fine di favorire la creazione di nuovi posti di lavoro e promuovere gli investimenti nazionali e internazionali nel settore, utili alla crescita del nostro territorio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • La Puglia diventa gialla: da domenica riaprono bar e ristoranti (fino alle 18) e via libera agli spostamenti tra comuni

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

Torna su
FoggiaToday è in caricamento