Incontro Ministero, richiesta di deroga per la pesca del bianchetto

All'incontro tenutosi ieri presso il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali era assente il Ministro Galan. Stefàno: "Insensibile al tema". Entro il 17 marzo l'invio del dossier a Bruxelles

C’era grande attesa per l’incontro di ieri sulla crisi del comparto pesca della Regione Puglia. Un’attesa stroncata dall’assenza del Ministro alle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Giancarlo Galan.Non partecipando all’incontro il Ministro ha dimostrato quanto sia stato sin qui poco sensibile al tema”. ha sottolineato l’assessore Dario Stefàno.

L’assenza di Galan non ha fortunatamente precluso l’incontro che si è chiuso con l’intenzione di riproporre la richiesta di deroga per la pesca del bianchetto, accompagnata da un Piano di gestione più aderente alle indicazioni della Unione Europea e da un procedimento al quale parteciperà direttamente la Regione Puglia.

Erano presenti i rappresentanti di Federcoopesca e Federpesca, l’assessore alle Risorse agroalimentari della Regione Puglia Dario Stefàno, il sindaco Angelo Riccardi, il Capo Gabinetto Giuseppe Ambrosio, il direttore della pesca Saverio Abate e il Capo Dipartimento Mario Catania. Nel documento firmato tra le parti, alla luce della grave situazione sociale, il Ministero e la Regione hanno convenuto sulla opportunità di inoltrare una nuova richiesta di deroga relativa al bianchetto, sino ad oggi non autorizzata dalla Commissione europea, supportandola con una revisione del piano di gestione e accompagnato da un impegno straordinario finalizzato a convincere i Servizi comunitari ad accogliere la richiesta medesima.

Il Ministero si è impegnato a inoltrare a Bruxelles il dossier e a comunicare in maniera tempestiva alla Regione Puglia gi esiti della trattativa Per quanto concerne il rossetto si resta in attesa di una decisione della Commissione europea, che si auspica possa essere positiva.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • 170 pazienti in terapia intensiva e 1392 in area non critica in Puglia. Nel Foggiano covid-free solo due comuni su 61

Torna su
FoggiaToday è in caricamento