Imu Foggia, Rocco Lisi: “Nessun costo per il Comune e i cittadini”

"I costi sono stati sostenuti dalla società concessionaria della riscossione dei tributi, come da contratto. Singolari le proteste per iniziative a supporto dei contribuenti"

Rocco Lis

“Il Comune di Foggia ed i contribuenti foggiani non hanno speso un solo euro per la compilazione e l’invio delle comunicazioni relative all’IMU”. E’ la replica dell’assessore al Bilancio Rocco Lisi alle affermazioni “del tutto prive di fondamento” del presidente del Movimento Consumatori riportate questa mattina in un articolo pubblicato dalla Gazzetta di Capitanata.

“I costi sono stati sostenuti dalla società concessionaria della riscossione dei tributi, come opportunamente previsto dal contratto – continua Lisi – giacché la comunicazione verso i contribuenti è un atto dovuto a garanzia della correttezza e della trasparenza dell’azione amministrativa. D’altronde, il Ministero delle Finanze ha avviato una massiccia campagna di informazione e sensibilizzazione sull’IMU senza che questa operazione sia stata considerata dalla collettività uno speco di denaro pubblico.

Tanto gli uffici comunali che il concessionario hanno tenuto in giusto conto la necessità di non sprecare carta e ridurre le spese di recapito, così che le comunicazioni sono state stampate fronte-retro ed è stata utilizzata una sola spedizione per due informative.

Ancora, la società AIPA ha reso disponibile, a proprie spese, un software informatico installato sul portale comunale che offre ai cittadini la possibilità di calcolare l’IMU e stampare il modello F24 senza sopportare alcuna spesa.

E’ davvero singolare che un’associazione di consumatori protesti e polemizzi quando il Comune si fa parte diligente per migliorare la relazione con i contribuenti e offrire loro un servizio aggiuntivo gratuitamente – conclude Rocco Lisi – A meno di non voler pensare che sia proprio questo il motivo”.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento