rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Economia

Si rafforza la presenza di imprese femminili in Capitanata: una azienda su quattro è detenuta da donne

Anche nel 2021, infatti, il saldo tra nuove imprese femminili e quelle cessate presenta un saldo positivo di 333 unità. Andando ad analizzare la suddivisione, si conferma l’agricoltura in valore assoluto il settore con il maggior numero di imprese femminili, seguito da commercio e servizi di alloggio e ristorazione

Continua la crescita delle imprese femminili in Provincia di Foggia nonostante la crisi economica legata al Covid. Anche nel 2021, infatti, il saldo tra nuove imprese femminili (la cui partecipazione del controllo e della proprietà è detenuta in prevalenza da donne) e quelle cessate presenta un saldo positivo di 333 unità; nel 2020, anno nero per il sistema d’impresa comunque il saldo era stato positivo sia pure solo di 14 aziende. L’anno appena concluso ha fatto segnare in Capitanata un tasso di crescita pari a +1,8% superiore alla media nazionale che si è fermata ad un +1,5% anche se inferiore alla media regionale che in Puglia registra un tasso di crescita del 2,3%.

Le imprese femminili registrate in provincia di Foggia al 31 dicembre 2021 ammontano a 18.611, di cui 17.091 attive e rappresentano il 25,8% delle imprese totali. Andando ad analizzare la suddivisione, si conferma l’agricoltura in valore assoluto il settore con il maggior numero di imprese femminili, seguito da commercio e servizi di alloggio e ristorazione. L’agricoltura è anche il settore che registra nel 2021 il miglior saldo positivo in valore assoluto con +32 aziende. Molto interessante è, però, la crescita in valore percentuale di imprese femminili nelle attività professionali scientifiche e tecniche con un saldo di +16 aziende ma soprattutto un tasso percentuale di +6,3%.

Imprese femminili provincia foggia 2021-2
Fonte: elaborazione su dati Infocamere

Particolarmente significativo anche il dato relativo alla partecipazione complessiva delle imprese femminili ai bandi di sostegno messi in campo dalla CCIAA di Foggia nel 2021 per favorire l’internazionalizzazione, il lavoro, la digitalizzazione. il turismo e l’accesso al credito.

Sono state 23 le imprese che fino ad oggi hanno beneficiato delle misure di sostegno con la premialità riservata alle imprese femminili e che rappresentano l’11,1% del totale. Una crescita significativa rispetto allo scorso anno che aveva registrato una partecipazione quasi nulla.

Per il Presidente della CCIAA di Foggia, Damiano Gelsomino: “questi numeri dimostrano che l’impegno concreto che il nostro Ente mette in campo per rafforzare la presenza femminile nel panorama dell’imprenditoria locale produce risultati. Risultati che sono il frutto anche del lavoro svolto quotidianamente sul campo dal nostro Comitato Imprenditoria Femminile”.

Per la Presidente del Comitato Imprenditoria Femminile, Daniela Eronia: “il saldo positivo registrato è una buona notizia. L'intuizione del Comitato, sostenuta dalla Giunta camerale, di prevedere la premialità per le imprese femminili nei bandi CCIAA è stata vincente. Non siamo più gli unici in Italia ma i primi sì. Una buona pratica, quindi, accolta da altre CCIAA. Ora concentriamoci sui fondi del PNRR con un occhio particolare al consolidamento delle imprese esistenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si rafforza la presenza di imprese femminili in Capitanata: una azienda su quattro è detenuta da donne

FoggiaToday è in caricamento