menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Villaggio Ippocampo

Villaggio Ippocampo

Ippocampo si ribella, pubblica illuminazione out da un anno. Manfredonia cosa fai?

Andrea Bevere all’amministrazione di Manfredonia: “Cosa pensate di fare a tal riguardo? Non voglio credere che riteniate ancora che l'illuminazione delle pubbliche strade sia un problema condominiale”

Da più di un anno l’impianto della pubblica illuminazione di Ippocampo risulta spento, ragion per cui Andrea Bevere,  coordinatore del sito www.villaggioippocampo.webnode.it, prende carta e penna e scrive a mezzo stampa al sindaco, all’assessore con delega alla Riviera Sud e ai consiglieri comunali. Nella lettera Bevere chiede al governo cittadino di assumersi, le proprie responsabilità, quindi di affrontare e risolvere la questione.

LA LETTERA. “La delibera di Giunta n. 113 del 29/04/2015 l’avete assunta liberamente, di vostra iniziativa, ed essa vi ha impegnato ad assumervi la gestione dell'impianto di illuminazione del ‘Villaggio Ippocampo’, delegando al dirigente del settore ‘Opere Pubbliche’ di occuparsi delle pratiche burocratiche per ottenere la voltura dei contatori, non ancora eseguite nonostante si tratti di lavori che in genere si completano nel giro di 48 ore. E' ovvio che qualcosa non va!

Dopo la richiamata delibera 113, in tanti erano certi che fosse cambiato qualcosa nell'atteggiamento di Manfredonia nei confronti di Ippocampo. Dalla totale chiusura delle precedenti giunte, finalmente sembrava che la città di Manfredonia, metabolizzando la pubblicità del villaggio, passo dopo passo, iniziasse ad assumersi i suoi obblighi, che le derivano dalla sue funzioni costituzionali sull'intero territorio dove si estrinseca la sua giurisdizione. Sembrava che stesse accantonando l'assurdo assunto che il Villaggio di Ippocampo fosse un supercondominio. Si diceva ad Ippocampo: “ Il tempo è stato galantuomo: le realtà delle cose stanno emergendo!”

Chiedo se qualcuno fra voi sia in grado di affermare, in coscienza, che il ‘Villaggio di Ippocampo’ è un supercondominio o è ad esso assimilabile, o non sia, invece, una frazione della citta di Manfredonia, visto che, ad esempio, ci sono più di 2mila abitazioni, suoli e strutture pubbliche la cui proprietà è stata acquisita dalla citta di Manfredonia nel lontano 1989. Ed ancor più, vorrei sapere se nel momento in cui riteneste che il villaggio sia una frazione di Manfredonia, con quale coraggio ritenete di essere nel giusto non erogando nel villaggio i servizi che siete tenuti ad erogare nell'intero territorio residenziale.

Non ci si può ricordare di Ippocampo solo quando deve chiedere i tributi o avere i trasferimenti pubblici. Dal due di dicembre dello scorso anno l'impianto di illuminazione di Ippocampo è spento. Mai, per quel che ricordo, si era verificata una situazione del genere per un così lungo tempo. Cosa pensate di fare a tal riguardo? Non voglio credere che riteniate ancora che l'illuminazione delle pubbliche strade sia un problema condominiale.

Vi chiedo pertanto di assumervi, una volta per tutte, le vostre responsabilità e di affrontare come l'etica politica vuole, l’argomento. Manfredonia ha bisogno di politici che operino con onestà intellettuale, liberi da convinzioni e/o pregiudizi ed affrontino le problematiche con leale senso di giustizia ed equità. E, se ci sarà bisogno di stringere la cinghia, la stringeranno tutti i manfredoniani con spirito solidale. Non continuate a non vedere o non sentire con la scusa "è stato sempre così".

Siete amministratori di una città di 70mila abitanti. Fate quello che siete tenuti a fare in ottemperanza all'incarico che la vostra funzione vi impone. Ed un domani, mi auguro prossimo, potrete raccontare di aver contribuito a far cessare le vessazioni a cui era stata sottoposta la gente di Ippocampo ridando dignità al vostro ruolo di politico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Compro 3mila dosi del vaccino Sputnik con la mia indennità"

Attualità

L'impianto di compostaggio di San Severo si farà: ha vinto Saitef, il Consiglio di Stato certifica il 'pasticcio' del Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento