menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fase 2, in aiuto alle aziende arriva 'Helen': ecco il supporto igienizzante per le mani ideato da tre ragazzi manfredoniani

L'idea di tre giovani imprenditori, Alessandro Granatiero, Gaetano Pappalardo e Matteo Giordano: Helen è il suggestivo nome dato al prodotto, un espositore contenitore a beneficio di aziende ed esercizi pubblici

Brillante e solare come il nome che porta, nasce Helen, contenitore di supporto per prodotti igienizzanti ad uso di aziende ed esercizi commerciali. Se è vero che molte attività sono state bloccate dal lockdown, e che pian piano cominceranno a ripartire, le buone idee non si fermano mai. È stato così per tre giovani imprenditori pugliesi, tutti di Manfredonia: Alessandro Granatiero, 36 anni, titolare della Golmet srl (Lavorazione lamiere e intarsi a taglio); Gaetano Pappalardo, 41 anni, titolare di GBC elettronica e spazio Enel; Matteo Giordano, 28 anni, titolare della Giordano management (consulenza di soluzioni per la stampa). I tre (Alessandro si occuperà della produzione, Gaetano e Matteo seguiranno la commercializzazione del prodotto) hanno dato fondo a ingegno creativo, voglia di fare, competenze e analisi delle necessità per ideare e produrre un dispositivo che sarà d’ausilio proprio a quei fondamentali accorgimenti che serviranno sulla via della ripresa della normalità. Helen è il suggestivo nome dato al prodotto, un espositore contenitore a beneficio di aziende ed esercizi pubblici, un pratico supporto - per esterni ed interni - su cui appoggiare per l’uso gel igienizzante e guanti, con un cestino per il rilascio del materiale usato. 

L’idea ha come obiettivo, oltre quello immediato di offrire un ausilio alle aziende - che dovranno dotarsi degli strumenti previsti dalla legge per tenere in sicurezza i propri spazi, in primis quelli relativi all’igiene personale di lavoratori e utenti - è quello di dare l’avvio ad un virtuoso circolo di ripresa e sviluppo dell’economia locale.

Non solo, infatti, Helen è stata messa su da imprenditori del luogo, ma per scelta di politica aziendale si rivolgerà esclusivamente a fornitori locali dei materiali per la produzione e l’assemblaggio del prodotto. In più, saranno coinvolti partner territoriali per l’approvvigionamento dei presidi sanitari certificati di cui c’è assoluta necessità di utilizzo.

Nel concept del prodotto, si è puntato su materiali, estetica, attenzione ai dettagli. Helen, poi, avrà un prezzo “etico”: non un’operazione speculativa, ma un prezzo finale accessibile e alla portata di tutti. Come ciliegina sulla torta, v’è da dire che alla fine dell’emergenza, che si spera duri il meno possibile, l’espositore potrà essere riconvertito in supporto per materiali informativo e di comunicazione dell’azienda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il "Fiasco" della campagna vaccinale, il caso Puglia nell'analisi del Financial Times: "Il 98% degli ultrasettantenni ancora senza dose"

Alimentazione

Proprietà e benefici delle fave

Attualità

O la si salva o la si uccide

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento