Economia Manfredonia

“Prima Dote per i nuovi nati”, 200 euro al mese per 89 famiglie

E' stata approvata dalla Regione Puglia la graduatoria delle famiglie ammesse con figli dai 0 ai 36 mesi. Hanno partecipato al bando 297 nuclei familiari di Manfredonia, Mattinata, Monte Sant'Angelo e Zapponeta

Sono 89 le famiglie dell’Ambito territoriale di Manfredonia, comprendente anche i Comuni di Mattinata, Monte Sant’Angelo e Zapponeta, che potranno beneficiare della ‘Prima Dote per i nuovi nati’, un assegno mensile di 200 euro che, per un periodo non superiore a dodici mensilità, spetterà alle famiglie con figli di età compresa tra 0 e 36 mesi che versano in condizioni di particolare disagio economico.

Proposta dalla Regione Puglia, questa misura previdenziale punta, infatti, a contrastare quelle situazioni di povertà che possono scaturire dall’aumento delle spese connesse ai primi anni di vita di un figlio.

Non si tratta di semplice sussidio economico – spiega Paolo Cascavilla, presidente del Coordinamento istituzionale e assessore del Comune di Manfredonia - ma di un sostegno rivolto a coloro che hanno scelto di accogliere una nuova vita nel proprio ambito familiare. La Prima Dote, infatti, concorre a rimuovere i possibili ostacoli, anche di natura economica, relativi alla presenza in famiglia di minori molto piccoli, e perciò più bisognosi di cure e attenzioni”.

La graduatoria degli ammessi, approvata nei giorni scorsi dal Coordinamento istituzionale, giunge al termine di un iter amministrativo partito il 4 marzo 2010 con la pubblicazione del bando regionale, che ha visto pervenire 297 domande da parte dei cittadini appartenenti all’Ambito.

In seguito a regolare istruttoria e verifica della documentazione da parte degli Uffici Servizi Sociali e dell’Ufficio di Piano è stata, dunque, formulata la graduatoria definitiva d’Ambito, che vede 89 beneficiari effettivi. I contributi verranno erogati non appena la Regione Puglia provvederà a trasferire le risorse finanziarie; l’Assessorato regionale al Welfare ha, inoltre, assicurato che ci saranno ulteriori finanziamenti ed è prevedibile che, per scorrimento, altre famiglie potranno usufruire del provvedimento. I beneficiari saranno convocati dai Servizi Sociali dei Comuni d’Ambito per concordare insieme un programma personalizzato.

In questa congiuntura economica e sociale  difficile - conclude l’assessore Cascavilla - la Prima Dote, sommata alle altre modalità di aiuti per le famiglie numerose già in fase di attuazione, è un’ulteriore, preziosa forma di protezione per le fasce più deboli della popolazione. Un apprezzamento doveroso va indirizzato al  personale del Servizio Sociale, che, impegnato su più fronti, ha portato a temine due interventi importanti: Famiglie numerose e Prima dote. Ora l’impegno è rivolto all’Assegno di cura, un servizio di integrazione sociosanitaria, e si spera che entro la fine del mese la graduatoria potrà essere trasmessa alla Regione”.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Prima Dote per i nuovi nati”, 200 euro al mese per 89 famiglie

FoggiaToday è in caricamento