Martedì, 23 Luglio 2024

Camera di Commercio, ancora spaccata la rappresentanza agricola. Di Carlo: "Non siamo qui per competere"

Si è votato questa mattina per il rinnovo della giunta della Camera di Commercio. La parte agricola del Consiglio ancora spaccata

A poco meno di un mese dall'elezione del presidente Pino Di Carlo, questa mattina, 25 votanti hanno stabilito così i nuovi membri della giunta della Camera di Commercio. Al primo voto sono stati eletti Filippo Schiavone (Agricoltura), Luigi Giannatempo (Commercio), Antonio Metauro (Commercio), Ivano Chierici (Industria) e Daniela Mazzeo (Commercio) come quota rosa della giunta.

Al ballottaggio sono finiti Marino Pilati (Agricoltura), Vincenzo Simeone (Artigianato) ed Eliseo Zanasi (Industria). Il più suffragato in fase di ballottaggio è stato Pilati di Coldiretti, nome, inizialmente, favorito per ricoprire la carica di vicepresidente. Ma questa mattina qualcosa non è andato come previsto.

Durante l'elezione di Pino Di Carlo, la parte agricola rappresentata da Confagricoltura, Cia, Copagri e Confcoperative avevano abbandonato il tavolo del voto perché denunciavano accordi segreti tra le parti che avevano escluso il presidente di Confagricoltura dai papabili a presidente.

Stessa scena si è ripresentata questa mattina quando Pellegrino Mercuri ha ribadito la necessità di ottenere almeno una poltrona in Giunta puntando proprio su Schiavone. Giunti alla votazione, alcuni voti si sono spostati puntando proprio su Schiavone, che nell'ultimo incontro non aveva voluto nemmeno votare.

Quindi, in Giunta si ritrovano due nomi del mondo agricolo che non trovano dialogo, ma puntano il dito uno contro l'altro. Rimandata al prossimo incontro la proclamazione del vicepresidente della Camera di Commercio di Foggia. 

Video popolari

FoggiaToday è in caricamento