Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Economia

Giuliano Volpe presidente del Consiglio superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici

Dal 2012 l'ex Rettore dell'Università di Foggia è membro dell'organo consultivo del Ministero presieduto da Dario Franceschini. Ivan Scalfarotto: "Sono sicuro che darà un contributo importante"

Giuliano Volpe, ex Rettore dell’Università di Foggia e già candidato alle Politiche 2013 nelle liste di Sel al Senato, fino al prossimo mese di giugno ricoprirà l’incarico di presidente del Consiglio superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici, organo consultivo del Ministero presieduto da Dario Franceschini. Volpe è membro dell’organismo dal 2012.

Il conferimento dell’importante incarico è stato annunciato l'8 aprile dall'on. Dario Franceschini, durante una conferenza stampa che ha visto, altresì, la presentazione di tre nuovi componenti: la storica dell'Arte Beatrice Buscaroli  (curatrice del Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2009 con Luca Beatrice), l'architetto Jane Thompson,project manager a ErColano, e Claudia Ferrazzi, ex viceamministratore generale del Louvre, attualmente segretaria generale a Villa Medici, dove sotto l'autorità di Eric de Chassey dirige l'amministrazione.

La designazione conferma non solo il profilo scientifico e culturale del prof. Giuliano Volpe, ma anche il significativo lavoro svolto quale Componente dello stesso Consiglio Superiore (incarico conferito dalla Conferenza delle Regioni nel maggio 2012), nonché l'impegno profuso nel campo della ricerca, della formazione, della tutela e valorizzazione del patrimonio culturale.

"Sono molto grato al Ministro on. Dario Franceschini per la fiducia accordatami.  - Ha dichiarato il prof. Giuliano Volpe - La scelta di nominarmi Presidente del Consiglio Superiore per i beni culturali e paesaggistici, insieme alla straordinaria decisione di inserire tre donne, ottime professioniste, con profili internazionali insieme ad una maggiore attenzione verso gli operatori negli Enti locali, confermano la forte determinazione del Ministro Franceschini nell’imprimere una svolta importante, di sostenere politiche di innovazione reale e di porre sempre più la cultura al centro delle strategie di sviluppo del Paese. È evidente, inoltre, la sua decisa volontà di fare del Consiglio Superiore un organismo attivo e vitale. Mi auguro che, grazie alle grandi professionalità presenti nel Consiglio e nel MiBACT, con il forte sostegno del Ministro, con la collaborazione di altre componenti del sistema pubblico, come le università, le Regioni e gli Enti locali, del mondo delle professioni, delle associazioni e della cittadinanza attiva, si possa svolgere un ottimo lavoro per contribuire a programmare e realizzare, a quarant’anni dalla nascita del MiBACT e sulla base di una gloriosa tradizione italiana, politiche di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e paesaggistico, che ci portino finalmente nel XXI secolo. Sono lieto, infine, che questo incarico premi, in qualche modo, anche l’impegno svolto nel campo dei beni culturali, nella ricerca e nella formazione, nella nostra Università e nella nostra Regione."

Numerosi i messaggi augurali ricevuti dal prof. Volpe già nelle prime ore dopo l'annuncio della nomina, tra questi quello del Rettore."L'Università di Foggia, che ho l'onore di rappresentare in qualità di Rettore, esprime la propria soddisfazione per la nomina del prof. Volpe - dichiara il prof. Maurizio Ricci - . Una nomina che conferma l'elevato profilo scientifico del nostro lavoro e dei nostri docenti, una nomina che si aggiunge alle altre designazioni di prestigio che esponenti di questa Università si sono visti via via attribuire dalla sua istituzione a oggi. Rappresentare le istituzioni, all'interno di questi organismi di particolare importanza culturale e scientifico rappresenta per il nostro Ateneo non solo motivo di orgoglio, ma anche la conferma della bontà del nostro impegno e del nostro lavoro” .

Così il Sottosegretario alle Riforme e deputato pugiese del Pd Ivan Scalfarotto: “Apprendo con soddisfazione che Giuliano Volpe, Rettore emerito dell’Università di Foggia e foggiano d’adozione, è il nuovo presidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali. Ritengo che la sua nomina sia stata decisa dal ministro Franceschini, oltre che in considerazione delle grandi qualità e delle competenze scientifiche e culturali dell’uomo, anche come riconoscimento per quel Mezzogiorno che non si è arreso, che non si è rassegnato e non si rassegna ad una condizione di minorità e di degrado. Volpe è stato in prima fila, da Rettore dell’Ateneo foggiano, per rivendicare parità sostanziale con le Università delle aree più ricche del Paese e per difendere la preziosa funzione di ascensore sociale che le Università del Sud svolgono in un Paese fermo in maniera preoccupante. 

Sono sicuro che darà un contributo importante in un settore che rappresenta ad un tempo una delle maggiori opportunità e una delle maggiori criticità del sistema Italia. Lo farà con la capacità e la tenacia che ha già dimostrato, ed anche come rappresentante di quella bella Foggia che spesso non appare, ma c’è. La Foggia della fertile attività culturale e creativa, dell’associazionismo e del volontariato, dell’impegno civico disinteressato, delle agenzie di inclusione e di promozione sociale alle quali” conclude Scalfarotto “mi legano anche motivi privatissimi, dei quali sono grato e orgoglioso". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giuliano Volpe presidente del Consiglio superiore per i Beni Culturali e Paesaggistici

FoggiaToday è in caricamento