Economia

G20 Mosca, la ripresa economica passa anche da due imprenditori foggiani

Per i Giovani di Confindustria c'erano quattro pugliesi, due di Foggia: Ivan Tanzariello, Michele Montinaro, Nicola Altobelli e Donato Grassi

C’erano anche Nicola Altobelli e Donato Grassi tra i 400 giovani imprenditori provenienti dai paesi più industrializzati del mondo al G20 dei giovani imprenditori che si è svolto a Mosca dal 15 al 20 giugno presso il centro tecnologico di Skolkovo.  

Responsabile per l’Internazionalizzazione dei GI Foggia e delegato al comitato interregionale GI Mezzogiorno, Nicola Altobelli è il direttore commerciale della Eceplast srl, società che produce e vende in tutta Europa imballaggi in plastica e carta per l’industria petrolchimica e automobilistica. Donato Grassi, invece, è il titolare della Laser srl, società del settore costruzioni, con forte specializzazione nella realizzazione di impianti carburante, gestione e manutenzione strutture biomedicali

Nutrita la pattuglia dei delegati pugliesi, che ha visto la partecipazione di ben quattro giovani imprenditori a conferma di una regione che è sempre stata aperta al mondo e in cui va maturando una nuova classe imprenditoriale che forte delle proprie radici e consapevole delle proprie capacità è ansiosa di confrontarsi e competere a livello internazionale.

Anche loro hanno contribuito all’individuazione di 20 azioni per promuovere la ripresa economica in 4 aree prioritarie: potenziamento infrastruttura e servizi digitali, rafforzamento capacità di innovazione e networking, semplificazione diritto societario e del lavoro, accesso a finanziamenti.

C’erano anche Ivan Tanzariello, presidente della territoriale GI di Brindisi, amministratore della Liomatic Puglia e fondatore di Medibreak, società operanti del settore della distribuzione di bevande e snack con macchine automatiche. E Michele Montinaro, per i GI Lecce, titolare della Monticava Group, società attiva nella gestione di lavori pubblici con particolare focus sul settore ecologia e tecnologia per l’ambiente.

I quattro delegati pugliesi di Foggia, Brindisi e Lecce, hanno contribuito attivamente ai lavori del summit, esprimendo forte apprezzamento per la straordinaria esperienza trascorsa e per l’opportunità di contatto e networking con i colleghi provenienti da tutto il mondo; adesso però, il lavoro più difficile, sarà quello di riuscire a trasmettere l’energia e l’entusiasmo di questi 3 giorni ai propri colleghi e nelle proprie aziende.

Ritengo strategica la partecipazione dei Giovani Imprenditori ad eventi come il G20 YEA Summit, utili alla loro crescita e a quella del Movimento. Da ideatori del progetto, il contributo della delegazione dei Giovani Imprenditori si è confermato prezioso nell’individuazione di obiettivi condivisi a livello globale”. Queste le parole di Jacopo Morelli, presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria.

“Il Summit, il primo con il coinvolgimento effettivo di giovani imprenditori da tutti e 20 i paesi, è stata un’occasione unica per lavorare assieme verso un ecosistema più favorevole alle nostre imprese”. Questo il commento di Cristiano Todde, responsabile della Comitato Yes e Rapporti Internazionali, che ha guidato, assieme allo sherpa Luca Donelli, una delegazione composta da 28 delegati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

G20 Mosca, la ripresa economica passa anche da due imprenditori foggiani

FoggiaToday è in caricamento