rotate-mobile
Mercoledì, 7 Dicembre 2022
Economia

Gino Lisa, De Leonardis prova a inchiodare Regione e Adp alle loro responsabilità: "Basta rimpalli, stallo non più tollerabile"

Il consigliere regionale foggiano ha presentato una mozione da discutere nel prossimo Consiglio regionale utile e invita ai colleghi a un confronto senza divisioni e pregiudizi

Garantire e avviare il Centro strategico di Protezione Civile regionale nell'aeroporto Gino Lisa di Foggia, sollecitare la stesura di un Piano industriale da parte di Aeroporti di Puglia e avviare contatti mirati con le principali compagnie aeree: sono gli impegni che il consigliere regionale di Fratelli d'Italia Giannicola De Leonardis prova a far assumere al governo regionale con una mozione da discutere nel prossimo Consiglio regionale utile.

In premessa, il consigliere regionale foggiano riporta testualmente quando si legge sul sito di Adp: “L’aeroporto di Foggia è una struttura strategicamente collocata nell’articolato sistema viario e ferroviario della Capitanata. Sono terminati gli interventi per il prolungamento della pista 15/33 consentendo l’operatività di aeromobili di maggiore capacità. L’utilizzo di questi aeromobili contribuirà al rilancio dello scalo e al conseguente sviluppo del traffico commerciale funzionale alle esigenze di mobilità dei centri del Tavoliere, dei Monti Dauni e del Gargano, uno dei più importanti poli attrattivi dell’industria delle vacanze e del turismo della Puglia”.
La mozione muove da quella che "non è una considerazione di parte", eppure sul futuro dello scalo foggiano "continuano a pesare inquietanti incognite, come ormai accade da più di un decennio". Peraltro il consigliere, evidenzia come la collocazione geografica lo renda "un ideale riferimento anche per regioni limitrofe come Molise, Basilicata e Campania".

"La ripresa dei voli civili da e per l’aeroporto ‘Gino Lisa’ di Foggia, la possibilità di un collegamento con città come Milano, è di fondamentale importanza per l’economia e per il considerevole indotto garantito dal territorio, e l’utenza è garantita, a prezzi competitivi", si legge nel documento.

De Leonardis vuole riportare la discussione e il confronto in quella che considera la sede naturale, l'assise regionale, e non soltanto nelle piazze e negli appuntamenti elettorali o nei proclami. La sua, precisa, è una iniziativa senza intenti polemici ma costruttivi: "Auspico venga compresa e condivisa non solo dai colleghi consiglieri eletti nella provincia di Foggia, di opposizione e di maggioranza, ma dall’intera assemblea".

Chiede un'operazione chiarezza e di "gettare le basi per un rilancio non soltanto atteso ma indispensabile e non più prorogabile per la crescita del territorio e perché la Puglia tutta non si può permettere uno sviluppo zoppo, con intere aree penalizzate rispetto ad altre". Secondo De Leonardis, non è più procrastinabile "un piano strategico operativo, che deve vedere protagonisti e non semplici spettatori AdP e Regione Puglia, senza più rimpalli di responsabilità e uscendo da uno stallo non più tollerabile".

Chiede un confronto nell'aula consiliare che metta da parte barriere, divisioni e pregiudizi: "Agiamo con senso di responsabilità e nell’interesse esclusivo della nostra comunità, in coerenza con quanto sostenuto in più occasioni in ordine sparso, per raggiungere finalmente un obiettivo comune così importante e dare un senso al nostro impegno e al nostro ruolo”.

A margine degli impegni che propone al governo regionale di assumere, compresa la promozione di incontri con gli attori istituzionali locali, per ipotizzare ulteriori formule e pacchetti ‘all inclusive’ vantaggiosi, il consigliere avverte: "L’ impiego di risorse pubbliche per i lavori di allungamento della pista di atterraggio e decollo e per l’adeguamento dello scalo, così come la convenzione stipulata per il suo ulteriore utilizzo come Centro strategico di Protezione Civile regionale, sono impegni che non possono essere disattesi, per non esporre la Regione Puglia al rischio di pesanti sanzioni e per scongiurare il ritiro del Sieg".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gino Lisa, De Leonardis prova a inchiodare Regione e Adp alle loro responsabilità: "Basta rimpalli, stallo non più tollerabile"

FoggiaToday è in caricamento