menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Ora della verità per il Gino Lisa, De Leonardis: "Reperire il 25% del capitale"

Domani ancora in piazza per lo scalo aeroportuale foggiano. Il presidente del Gruppo regionale Movimento Schittulli-Area Popolare: "Perdere i fondi per l'allungamento della pista vuol dire decretare la morte del nostro aeroporto civile"

Conto alla rovescia per il “momento verità” del Gino Lisa. La “data x”, per il presidente del Gruppo regionale Movimento Schittulli-Area Popolare, Giannicola De Leonardis, è prevista domani.

“Si avvicina finalmente, dopo anni di annunci, proclami puntualmente e sistematicamente smentiti e disattesi, dopo fughe in avanti e imbarazzanti retromarce, avventure ed esperienze grottesche presto abortite, stridenti contraddizioni e confusi scarichi di responsabilità, il momento della verità per l’aeroporto ‘Gino Lisa”, spiega De Leonardis. “E tutto questo, con tempi e condizioni dettate stavolta dall’Unione Europea in maniera chiara e inequivocabile per non perdere il finanziamento - già da anni erogato - di 14 milioni di euro per l’allungamento della pista”.

“Perdere quel finanziamento equivarrebbe a decretare la morte dell’aeroporto civile foggiano, perché l’attuale pista con la sua lunghezza limitata non potrebbe mai essere competitiva e attrattiva per tour operator e compagnie low cost dal volume d’affari e passeggeri significativo, all’altezza delle aspettative e delle esigenze di un territorio dall’enorme appeal e potenzialità", spiega.

Domani 19 novembre, attraverso l’ennesima manifestazione pubblica promossa da una comunità esasperata ma che non intende ancora arrendersi, verrà chiesto ancora una volta di mantenere fede agli impegni assunti, cercando di reperire quel 25 per cento di capitale privato di cofinanziamento necessario per non perdere definitivamente le risorse stanziate per l’allungamento della pista.

"Un’inezia - continua De Leonardis - alla luce delle centinaia di milioni di euro destinate ai Consorzi di Bonifica o alle discusse e discutibili operazioni condotte in piena discrezionalità dai vertici di Aeroporti di Puglia: un’inezia però particolarmente significativa sulla reale volontà e sull’orientamento della nuova amministrazione, e che inchioderà ognuno alle proprie responsabilità, senza ulteriori alibi e tentennamenti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Compro 3mila dosi del vaccino Sputnik con la mia indennità"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento