rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
Economia

Amiu a Foggia fino al 2031: è la scelta politico-gestionale dei commissari "complessivamente conveniente per la città”

No all’esternalizzazione. Confermato l’affidamento in house del servizio di igiene urbana a Foggia

Amiu Puglia continuerà a svolgere il servizio di raccolta, trasporto rifiuti, spazzamento nella città di Foggia per altri 9 anni, a partire dall’1 gennaio 2023 e fino al 31 dicembre 2031. La commissione straordinaria che gestisce il Comune ha operato la sua scelta politico gestionale. Sarà la dirigente ad interim del Servizio Ambiente, l’ingegnere Concetta Zuccarino, a perfezionare gli ultimi atti.  

I commissari hanno approvato la sua relazione per l’affidamento in house providing dei servizi di igiene urbana che si compone di 39 pagine e lo schema del contratto di servizio che regola i rapporti tra il Comune e la società affidataria, di cui detiene una partecipazione al 21,87% dal 2014. Le modalità sono state già indicate nel Piano industriale elaborato con il supporto del Conai, ratificato dai commissari lo scorso 24 novembre. La Relazione illustrativa delle ragioni e della sussistenza dei requisiti previsti per l’affidamento in house del servizio all’Amiu reca la data del 25 novembre.

Nel cosiddetto periodo transitorio della durata di due anni, il costo sarà di 21.874.310,43 euro, successivamente salirà a 22.752.641 euro l’anno. L’incremento dei costi è connesso alla costruzione e messa in esercizio di tre Centri comunali di raccolta in via Gentile, viale Pinto e via Patroni, considerando l’ammortamento degli investimenti e l’impiego di personale aggiuntivo. Sulla scorta delle argomentazioni riportate nella relazione della dirigente, la scelta dell’affidamento in house della gestione del servizio di raccolta dei rifiuti urbani, secondo i commissari, risulta “la forma che garantisce i migliori benefici per la collettività”. La giudicano “complessivamente conveniente per la città di Foggia”.

Nella relazione, si fa rilevare come l’affidamento non più provvisorio, ma di lungo periodo del servizio consenta al gestore di “programmare e pianificare gli investimenti di mezzi, attrezzature e di personale che consentiranno a parità di costi di ottenere l’implementazione qualitativa e quantitativa del servizio, oltre che gli investimenti programmati per la realizzazione di 3 Ccr”. Si evidenzia, inoltre, come il costo del nuovo servizio “pur garantendo innovativi standard qualitativi, di controllo e di comunicazione” risulti equiparabile a quello attuale.

Tra i primi requisiti di efficienza dell’affidamento ad Amiu Puglia rispetto ad un nuovo operatore, la dirigente Zuccarino indica il possesso, al suo interno, di “tutte le competenze necessarie per gestire autonomamente il servizio ambientale nel territorio di riferimento, garantendo un livello di servizio in linea con le aspettative dell’ente e degli utenti”. Un paragrafo è dedicato alla tutela dei livelli occupazionali. “Non è da trascurare – si legge nella relazione – l’aspetto sociale della continuità lavorativa delle attuali maestranze”. Se da un lato si spazzano via per i prossimi 9 anni le incertezze occupazionali del personale già impiegato, a regime è previsto un ulteriore incremento di personale. “L’ipotesi alternativa all’affidamento in house del servizio tramite gara, pone di fronte ad una forte incertezza sul risultato finale che non permette di salvaguardare a priori né il livello occupazionale né il know-how acquisito nel tempo, né tantomeno la flessibilità finora garantita dall’attuale gestore – continua la dirigente - Nella fase iniziale è previsto l’impiego di 271 unità suddivise tra dirigenza, impiegati e operatori questi ultimi in numero di 235. Nella fase a regime, con l’attivazione dei 3 nuovi Ccr è previsto l’incremento a 282 unità di personale impiegato, di cui 246 sono operatori”. La società, all’esito delle recenti procedure di selezione pubblica, può attingere dalle graduatorie “anche nell’immediatezza del fabbisogno, per la stipula di contratti a tempo indeterminato e/o determinato-stagionale” di autisti e operatori.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Amiu a Foggia fino al 2031: è la scelta politico-gestionale dei commissari "complessivamente conveniente per la città”

FoggiaToday è in caricamento