L'Amiu mostra i muscoli: "Gestione clientelare? Rispondiamo con le querele"

L'azienda rifiuta gli attacchi dei sindacati e rivendica il suo ruolo: "L'Amiu a Foggia ha permesso di risanare la situazione finanziaria e di salvaguardare l'occupazione, guardando con fiducia al piano di rilancio dell'azienda in città"

Immagine di repertorio

L’Amiu a Foggia è sul piede di guerra. Rivendica il suo ruolo nel capoluogo dauno e agli attacchi dei sindacati risponde con la querele. Un messaggio chiaro e forte, affidato a mezzo stampa. “L’Amiu a Foggia ha permesso di risanare la situazione finanziaria e di salvaguardare l’occupazione, guardando con fiducia al piano di rilancio dell’azienda in città”, si legge.

“Da quasi due anni e mezzo - ovvero da quando Amiu Bari è intervenuta a Foggia a seguito del fallimento di Amica e, successivamente, con l'ingresso del comune dauno come socio in Amiu - l'azienda ha lavorato con ogni mezzo per risanare la situazione di una realtà che, è bene ricordarlo, era finita in stato di emergenza gravissima”.

Un lavoro che ha permesso di salvaguardare l'occupazione e di chiudere, per il secondo anno consecutivo e nonostante le tante difficoltà affrontate e all'orizzonte, in primis quella relativa all'emergenza discariche, con un bilancio sano, con utili che il comune di Foggia potrà investire a favore dei cittadini, ottenuti comunque senza mai gravare sulla qualità dei servizi.

“Certo, il risanamento economico, finanziario e del servizio è un cammino complicato, che ha dei punti ancora decisamente migliorabili, come nel caso della raccolta differenziata”, spiegano i dirigenti di Amiu. “Ma l'azienda ha un programma e intende seguirlo, d'intesa con l'amministrazione comunale, forte di una situazione economica stabile e finalmente solida, che permetterà di procedere senza indugi verso il completamento del piano di rilancio”.

Conclude poi la nota: “Riguardo alla presunta gestione "clientelare" e ai casi specifici sollevati dai sindacati, che forse mal sopportano una gestione che ha come unico obiettivo quello di riportare Foggia e la gestione dei rifiuti e dell'igiene urbana su standard accettabili e competitivi, lasceremo parlare gli avvocati, perché tali affermazioni altra risposta non meritano se non quella delle querele”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • 170 pazienti in terapia intensiva e 1392 in area non critica in Puglia. Nel Foggiano covid-free solo due comuni su 61

Torna su
FoggiaToday è in caricamento