La Cassa Edile di Capitanata affidata al neo presidente Gerardo Biancofiore

Il dott. Biancofiore: “La crisi dell’Edilizia ha avuto ripercussioni pesanti sugli Enti del nostro Sistema Bilaterale, così da rendersi necessaria una loro riorganizzazione”

Gerardo Biancofiore

Il comitato di gestione della Cassa Edile di Capitanata ha preso atto della nomina del nuovo presidente, nella persona del dott. Gerardo Biancofiore. Con la sua nomina si ricostituisce il comitato di presidenza dell’Ente Paritetico Bilaterale, costituito, oltre che dal presidente – nominato dalle parti datoriali – anche dal vicepresidente – di nomina sindacale – nella persona del Sig. Giovanni Tarantella.

CHI E’ GERARDO BIANCOFIORE. 48 anni, originario di Cerignola, Coniugato con tre figli, laureato in Scienze Politiche, è imprenditore nel settore delle costruzioni e delle energie rinnovabili. È Presidente dell’ANCE Foggia, la Sezione Edili di Confindustria di Capitanata, membro della Giunta nazionale di ANCE; è vicepresidente comitato lavori esteri ed è inoltre presidente delle piccole e medie imprese di costruzioni estero. Attualmente è anche socio dell’Osservatorio Internazionale Rinnovabili, dell’Interporto di Cerignola, del G.A.L. “Piana del Tavoliere”,  nonché componente del Consiglio di Amministrazione  del Distretto Tecnologico Agroalimentare Pugliese, dell’Aspen Institute e del Consiglio del Collegio Universitario Milano. Nel corso degli anni è stato nominato Cavaliere, Commendatore e Grand’Ufficiale dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme. Nel Sistema Bilaterale delle Costruzioni ha ricoperto numerosi e prestigiosi incarichi, tra cui quello di Presidente del Formedil, che proprio sotto il suo mandato ha ricevuto un decisivo impulso, divenendo una delle eccellenze della formazione pugliese.

Così il neo presidente: “I dati dell’Osservatorio statistico della Cassa Edile proprio in questi giorni certificano che il 2014 è stato ancora più disastroso del 2013. La crisi dell’Edilizia ha avuto ripercussioni pesanti sugli Enti del nostro Sistema Bilaterale, così da rendersi necessaria una loro riorganizzazione. Il problema non riguarda Foggia, ma tutto il Paese, tanto che nell’ultimo rinnovo contrattuale nazionale sono state dettate delle linee guida precise. Tuttavia, riteniamo che proprio i nostri Enti bilaterali siano un fondamentale strumento per il rilancio del Comparto e dell’Economia del territorio, e assieme alle altre Parti Sociali lavoreremo proprio in questa direzione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento