Strade rurali, 16.5 milioni ai comuni alluvionati. Perché non c’è San Severo?

Taranto Ugl: 'E' necessario fare chiarezza sui motivi eventuali di esclusione del progetto relativo alle opere di ripristino di cinque strade afferenti al comune di San Severo per un valore di circa 1 milione e 500 mila euro'

Gabriele Taranto

Gabriele Taranto, segretario generale Ugl di Foggia, vuole fare chiarezza sui motivi che hanno portato all’esclusione del progetto relativo alle opere di ripristino di cinque strade afferenti al comune di San Severo per un valore di circa 1milione e 500mila euro, che aveva partecipato al bando con il quale sono stati assegnati ai comuni della provincia di Foggia colpiti dall’alluvione 2014 i fondi per 'il ripristino e l'ammodernamento dell’infrastrutture rurali'.

Questo a margine delle risorse finanziarie previste dal bando Azione 3 'Opere di ripristino e ammodernamento delle strade rurali esistenti pubbliche di collegamento con le arterie di comunicazioni comunali, provinciali e statali' pubblicato, lo scorso 14 settembre e riservato ai comuni della provincia di Foggia colpiti: Apricena, Cagnano Varano, Carpino, Ischitella, Lesina, Manfredonia, Mattinata, Monte Sant’Angelo, Peschici, Poggio Imperiale, Rignano Garganico, Rodi Garganico, San Giovanni Rotondo, San Marco in Lamis, San Nicandro Garganico, San Severo, Vico Garganico, Vieste.

Dal 30 settembre, data di scadenza della presentazione dei progetti, fino al termine dell'espletamento dell'istruttoria, è stata ritenuta ammissibile una spesa pari ad oltre 16 milioni e mezzo di euro, somma destinata ai comuni di Cagnano Varano, Carpino, Ischitella, Mattinata, Peschici, Rignano Garganico, Rodi Garganico, San Giovanni Rotondo, San Marco in Lamis, Vico del Gargano e Vieste.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gabriele Taranto conclude: “Per questo motivo chiederemo l'attivazione di un tavolo istituzionale per fare luce sull'opportunità di rendere funzionali quelle reti infrastrutturali capaci di rendere competitive le nostre aziende agricole. Per non parlare delle ricadute positive sulla sicurezza, la vivibilità delle popolazioni rurali, e l'incentivazione all'occupazione del comparto edile tra i più sofferenti del nostro territorio”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Foggia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento