rotate-mobile
Economia

Laureando foggiano vince il premio letterario ‘Città di Arona’

Il 15 novembre Francesco Curci diverrà ufficialmente «uno scrittore». Gli auguri del direttore di Dipartimento: «Sognare si può, i ragazzi devono tornare a farlo. Ne va del loro futuro»

Francesco Curci , laureando presso il Dipartimento di Studi Umanistici. Lettere, Beni Culturali e Scienze della Formazione dell'Università di Foggia, si è aggiudicato la sedicesima edizione del premio letterario Città di Arona-Gian Vincenzo Omodei Zorini, nella sezione giovani nati tra il 1989 e il 1996.

Curci ha vinto grazie a un brano inedito di narrativa (tema libero in lingua italiana) dal titolo “Volare”: la premiazione avrà luogo il 15 novembre presso l'hotel Concorde della cittadina in provincia di Novara. Oltre al riconoscimento formale che farà di Francesco Curci “uno scrittore”, è prevista la consegna di una targa firmata dal presidente della Repubblica On. Giorgio Napolitano. 

Lo studente foggiano, che sta lavorando sul teatro del Novecento, è seguito nel suo percorso di laurea in Letteratura Teatrale Italiana dalla dott.ssa Rossella Palmieri del dipartimento di Studi Umanistici. “Questo premio accresce meriti e coraggio di questo ragazzo, ma al tempo stesso testimonia come il livello dei laureandi, presso il nostro Dipartimento, sia elevato. Sono molto felice per lui, seguire un ragazzo e accompagnarlo verso la laurea non è mai solo un fatto formale, diventa inevitabilmente una questione di affetto e di coinvolgimento personale. Specie quando ci troviamo a commentare i loro successi”.

Il racconto sarà pubblicato a breve sul sito dell’evento, ma potrebbe anche essere pubblicato sul prestigioso quotidiano torinese La Stampa. Soddisfatto anche il direttore del Dipartimento di Studi Umanistici prof. Marcello Marin, che ha aggiunto: “Sognare si può, i ragazzi devono tornare a farlo nonostante tutto quel che ruota intorno a loro. Ne va del loro futuro. Questo premio ribadisce che creatività e coraggio molto spesso ripagano dei sacrifici fatti, siamo felici per questa affermazione che, anche se in minima parte, è come se avessimo conseguito anche noi con Francesco». 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Laureando foggiano vince il premio letterario ‘Città di Arona’

FoggiaToday è in caricamento