Sabato, 31 Luglio 2021
Economia

Le strade meglio dei banchi a rotelle. Sul fondo Covid da 13 milioni Gatta confida nell'emendamento: "La partita non è ancora persa"

È in atto una interlocuzione tra l'Unione delle Province Italiane e il ministero dell'Economia sulla destinazione delle risorse del cosiddetto Fondone. Il presidente della Provincia di Foggia spiega perché aveva scelto la viabilità e la manutenzione scolastica

"La partita non è ancora persa del tutto e ce la giochiamo, stiamo lavorando anche ad un emendamento in sede di Upi". Così il presidente della Provincia di Foggia, Nicola Gatta, spiega che non è ancora detta l'ultima parola sui 13.666.938,18 euro del cosiddetto Fondone, le risorse trasferite dallo Stato in base al presunto minore gettito tributario.

In via precauzionale, considerato il parere del ministero dell'Economia e delle Finanze e le determinazioni del Collegio dei revisori dei conti, con una delibera del presidente, oggi le risorse sono state riprogrammate e sono state ascritte all'avanzo vincolato.

Potranno essere utilizzate, in tal caso, come da decreto, per ristorare la perdita del gettito 2021 e per far fronte alle esigenze di spese per il 2021 connesse al Covid19. "Se tra un mese, per esempio, avessimo la certezza che non c'è possibilità di spenderli per la viabilità, automaticamente li destineremmo ad altro, con un po' di fantasia", afferma il numero uno di Palazzo Dogana che ripercorre in ordine cronologico i passaggi burocratici, a partire dall'individuazione delle voci dei ristori da inserire nella certificazione del Fondone Covid.

"Il decreto parla di risorse necessarie per l'espletamento delle funzioni fondamentali. Siccome noi, come Province, abbiamo due funzioni fondamentali - strade e scuole - abbiamo ritenuto opportuno, anche seguendo le indicazioni dell'Upi, l'Unione delle Province Italiane, destinare queste somme alla viabilità e all'edilizia scolastica. Abbiamo fatto questa programmazione, non c'è stata spesa se non quella di 150mila euro che è stata riconosciuta coerente con il decreto da parte dei revisori dei conti, ora andiamo a prevedere quelle somme nell'avanzo vincolato ed entro il 2021, dopo che il Mef ci darà maggiori indicazioni su come spendere queste risorse, le spenderemo".

La Provincia di Foggia ha motivato la scelta di destinare questi fondi anche per la viabilità avventurandosi in una descrizione del territorio, spiegando che "è ampio, c'è necessità di mettere in sicurezza la viabilità per poter meglio raggiungere i presidi ospedalieri, i punti vaccinali, i drive per i tamponi - dice Gatta riferendo le argomentazioni a sostegno della tesi dell'ente - Abbiamo previsto anche delle risorse per quanto riguarda l'edilizia scolastica. Non le abbiamo spese, abbiamo fatto tutta una serie di procedure di gara e la norma ci permette ora di accantonarle nell'avanzo vincolato, nell'attesa che il Mef si pronunci definitivamente, perché al momento abbiamo chiesto un parere e ci ha risposto un funzionario, ora è in atto un'interlocuzione tra Upi e Mef per un'eventuale emendamento e per capire come meglio utilizzare queste risorse".

Altri enti hanno destinato le risorse del ristoro della perdita di gettito conseguente all'emergenza pandemica a finalità diverse da quelle connesse al Covid, segno che evidentemente la normativa si prestava a diverse interpretazioni.  

Ci sarebbero Province che hanno utilizzato risorse "per ripianare debitorie pregresse di aziende partecipate", riferisce Gatta. Altre hanno speso i fondi per l'acquisto dei tamponi,"ma noi non abbiamo competenze in materia sanitaria. Io ho ritenuto opportuno dare priorità ad un problema serio e atavico che interessa la pubblica incolumità che è quello della viabilità, spiegando che per raggiungere i presidi sanitari serviva mettere in sicurezza le strade. Il sistema viario in una pandemia ha una strategicità o no? Il Mef ritiene che non si debbano spendere le risorse per questo fine? Va bene".   

Non era possibile utilizzare quei soldi per potenziare il trasporto pubblico per fronteggiare i disagi dovuti alle misure di contenimento del contagio: "Il trasporto pubblico non è contemplato nel decreto come spesa possibile, perché tra l'altro il trasporto pubblico è di competenza regionale. Noi abbiamo una funzione delegata:la Regione Puglia trasferisce le risorse alla Provincia che funge da stazione appaltante". Né quelle risorse potevano essere destinate ai cittadini, "per ristori alle attività commerciali o alle famiglie bisognose, come accaduto per i Comuni", perché non è previsto nelle funzioni fondamentali delle Province.

Il parere parla di utilizzare le risorse per piccoli investimenti. "Quindi anche per la viabilità - è l'interpretazione del presidente - ma per piccoli interventi, non per investimenti ma per manutenzione ordinaria. Il Mef dice che possiamo utilizzarle per l'acquisto di dispositivi di distanziamento sociale nell'ambito delle scuole, stiamo parlando di altri banchi a rotelle probabilmente, parla di tramezzi, di possibilità di realizzare lucernari per areazione".

Eppure, i revisori, anche rispetto a una determina di 500mila euro per migliorare il sistema di areazione nelle scuole, non hanno ritenuto coerente l'impegno di spesa ai fini del decreto, perché considerato un intervento che sarebbe stato effettuato comunque a prescindere dal Covid.

Il dirigente provvederà alla revoca degli appalti e sono state già revocate le determine di approvazione dei progetti in autotutela. "Non abbiamo ancora fatto i contratti", quindi l'ente è ancora nelle condizioni di non procedere all'affidamento.

Ora Gatta confida nell'emendamento e ha rivolto un appello ai parlamentari eletti in Capitanata affinché si adoperino per consentire un utilizzo efficace delle risorse e coerente con le funzioni fondamentali affidate alle Province, e cioè strade e scuole: "Speriamo che la nostra istanza possa arrivare anche al Governo centrale affinché passi questo emendamento".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le strade meglio dei banchi a rotelle. Sul fondo Covid da 13 milioni Gatta confida nell'emendamento: "La partita non è ancora persa"

FoggiaToday è in caricamento