Aree Interne, l'unione dei comuni dei Monti Dauni Settrentrionali dà il via libera agli interventi

Si tratta di fondi importanti, 800 mila euro per ogni comune. Tre gli assi di intervento: Cultura/Natura; Dissesto Idrogeologico; Efficientamento Energetico

Il tavolo di concertazione

L'Unione dei Comuni dei Monti Dauni Settentrionali ha dato il via libera agli interventi della programmazione di Aree Interne. Nei giorni scorsi, nella sede del Municipio di Pietramontecorvino, i comuni di Carlantino, Celenza, Motta Montecorvino, Pietramontecorvino, San Marco La Catola, Volturara Appula e Volturino alla presenza del direttore del GalMeriduania, Daniele Borrelli, hanno approvato il piano di interventi nell'ambito della programmazione strategica “Aree Interne”.

In meno di un'ora, sindaci e rappresentanti delle amministrazioni dei sette comuni  dell'Unione sono riusciti a trovare la quadra su progetti ed investimenti importanti per il futuro dei comuni e del territorio. In totale 23 milioni di euro i fondi destinati ai ventinove comuni dei Monti Dauni nell'ambito della programmazione  'Aree Interne', circa  800 mila euro per ogni comune. Tre gli assi di intervento: Cultura/Natura; Dissesto Idrogeologico; Efficientamento Energetico.

I PICCOLI COMUNI FANNO SQUADRA: NASCE L'UNIONE DEI MONTI DAUNI

Numerose le proposte arrivate al tavolo di pianificazione con il Gal Meridaunia, ma è stata la condivisione a fare da filo conduttore.  La maggior parte degli interventi indicati si concentra sull'asse Cultura/Natura, seguita dall'asse Efficientamento energetico e Dissesto idrogeologico. Una serie di idee destinate a diventare progetti esecutivi, azioni concrete: dalla valorizzazione e fruizione di siti archeologici e storici (recupero della torre di Montecorvino, sito di Monte San Giovanni a Carlantino, castello di San Marco la Catola, recupero di palazzo Piccirilli a Motta Montecorvino) alla promozione di azioni di sviluppo per la fruizione del patrimonio ambientale.

Sul fronte Dissesto idrogeologico i sindaci hanno chiesto interventi di messa in sicurezza dei versanti, su alcune zone particolarmente fragili, ma anche azioni di prevenzione, come il ripristino e la pulizia dei canali, la realizzazione e la messa in sicurezza di ponti su alcuni corsi d'acqua. Interessanti le proposte sull'asse Efficientamento energetico che prevedono interventi su immobili di proprietà comunale: dalla palestra di Volturino, a Casone di Iamele di Celenza,  al  Rifugio Pan di San Marco La  Catola, dal Villaggio Primavera di Volturara, ad alcuni immobili di Pietramontecorvino. 

“Essere riusciti a dare, in pochissimo tempo, le indicazioni necessarie alla pianificazione degli interventi per Aree Interne è un risultato che ci inorgoglisce – ha detto il sindaco di Celenza Valfortore, Massimo Venditti – perché è la chiara dimostrazione che l'Unione dei Comuni dei Monti Dauni Settentrionali c'è nella sostanza, nei fatti, ed ha una visione armonica e condivisa del territorio” .

Ora si attende la conclusione della pianificazione con le indicazioni da parte degli altri Comuni dei Monti Dauni, il passo successivo sarà la  sottoscrizione dell'Accordo  di Programma Quadro  con la Regione. “Abbiamo risposto a quanto la programmazione chiede – hanno sottolineato i sindaci dell'Unione – ovvero,  strategie condivise di sviluppo. Ora siamo pronti a dare una nuova accelerata alla nostra Unione. Entro agosto ogni consiglio comunale adotterà lo statuto e da settembre saremo già attivi con la gestione associata di alcuni servizi ai cittadini dei sette comuni”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento