Boccata d’ossigeno per le scuole foggiane: previsti nuovi fondi Pon-Fesr 2007-2013

Questa mattina un incontro tecnico con i rappresentati degli istituti interessati dallo scorrimento della graduatoria. Interventi previsti anche per il Palazzo degli Studi, recentemente interessato da copiose infiltrazioni

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Si è tenuto questa mattina, a Palazzo Dogana, presso l’ufficio del Dirigente per l’Edilizia Scolastica della Provincia di Foggia, Emanuele Bux, l’incontro con i rappresentati di alcune scuole provinciali per la gestione dei Fondi PON-FESR 2007-2013, circa 750.000 euro per ogni struttura scolastica provinciale, a seguito dello scorrimento della graduatoria del II ciclo per l’erogazione dei fondi strutturali europei.

“L’Amministrazione provinciale – commenta Bux -  è a disposizione delle scuole interessate, per garantire la massima assistenza tecnico-amministrativa e la redazione dei progetti di adeguamento previsti dal Miur, finalizzati alla messa in sicurezza degli immobili nonché ad assicurare le condizioni per una maggiore vivibilità e una più adeguata offerta formativa alla scolaresca. La Provincia di Foggia propone una collaborazione mediante la costituzione di un gruppo congiunto tra l’Ente e gli Istituti scolastici”.

All’incontro di oggi erano presenti i rappresentanti dell’Istituto Magistrale “Maria Immacolata” di San Giovanni Rotondo, dell’Istituto ITC “Toniolo” di Manfredonia, dell’Istituto “Bonghi” di Lucera, dell’Istituto “Maggio” di San Giovanni Rotondo, dell’Istituto “Del Giudice” di Rodi Garganico e dell’Istituto “Da Vinci” di Foggia.

Nell’occasione, il commissario straordinario Fabio Costantini ha anche specificato che per il Palazzo degli Studi - interessato da infiltrazioni meteoriche - è in corso un ulteriore cottimo fiduciario relativo ai lavori che attengono la sistemazione degli imbocchi dei pluviali e di riparazione del manto di guaina del terrazzo nonché del risanamento del muro d’attico dell’immobile.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento