Lavoratori dei Mercati di Città 'La Prima' in stato di agitazione: "Retribuzioni inique, il datore di lavoro sfugge al dialogo"

La denuncia da parte di Michele Vaira, segretario provinciale CUB e Achille Capozzi, segretario territoriale FSI-USAE: "Datore di lavoro declina gli inviti trincerandosi dietro questioni di rappresentatività sindacale, destituite di ogni fondamento fattuale oltre che giuridico"

“Siamo alle solite: ancora una volta assistiamo allo “scontro” tra datore di lavoro e lavoratori nel settore della Grande Distribuzione Organizzata”, affermano Michele Vaira, Segretario provinciale CUB e Achille Capozzi, segretario territoriale FSI-USAE. Questa volta ad animare le scene sono i lavoratori della catena di supermercati Mercati di Città “La Prima s.r.l.” di Foggia e provincia, spinti dall’irrinunciabile tutela dei loro diritti, contrattualmente stabiliti e costituzionalmente garantiti.

“La denuncia dei lavoratori parte dalle condizioni in cui ogni giorno sono chiamati a svolgere la propria attività lavorativa, inique sia dal punto di vista umano che retributivo. Tuttavia, il dato più sconvolgente della vicenda è l’assenza totale di dialogo da parte del datore di lavoro che, a fronte delle molteplici richieste da parte delle Organizzazioni Sindacali CUB e FSI-USAE, in rappresentanza dei lavoratori, di tavoli istituzionali, finalizzati all’apertura di una interlocuzione sulle problematiche che involgono i lavoratori, alla ricerca di possibili soluzioni bonarie delle varie criticità, declina gli inviti, trincerandosi dietro questioni di rappresentatività sindacale, in realtà destituite di ogni fondamento fattuale, oltre che giuridico”.

L’ultimo degli incontri richiesti è stato il tavolo istituzionale tenutosi lo scorso 21 maggio davanti all’ARPAL, l’Agenzia Regionale delle Politiche attive del lavoro di Foggia, presieduto dalla dott.ssa Loredana Nardella La Porta, deputata al ricevimento delle vertenze collettive, dove, ancora una volta – assente ingiustificato il datore di lavoro, “L’Amministratore Unico dei Supermercati Mercati di Città – La Prima Srl Luigi Giannatempo” – e, stante l’indisponibilità della parte datoriale di venire anche solo a conoscenza delle questioni che i lavoratori segnalano, le Organizzazioni sindacali si sono impegnate a intraprendere tutte le azioni sindacali e legali (affidate agli avvocati Antonella Corvino e Claudio de Martino del foro di Foggia) a tutela dei propri iscritti, dichiarando lo stato di agitazione dei lavoratori, del quale è stata interessata anche la Prefettura di Foggia, nonché chiedendo l’intervento dell’Ispettorato Territoriale del Lavoro di Foggia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • La Puglia diventa gialla: da domenica riaprono bar e ristoranti (fino alle 18) e via libera agli spostamenti tra comuni

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

Torna su
FoggiaToday è in caricamento