Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sanitaservice e la carica dei 101(assunti), l'azienda completa il suo organico: niente più precari

In Camera di Commercio la cerimonia di consegna dei contratti ai nuovi assunti da Sanitaservice. Russo: "È un colpo definitivo al precariato dell'azienda"

 

101 nuovi dipendenti che vanno a completare l’organico di Sanitaservice. Il piano di riorganizzazione aziendale ora si conclude: “Non ci sono più lavoratori con contratto a tempo determinato o precari”, annuncia l’amministratore unico di Sanitaservice Massimo Russo, nel corso della cerimonia di stamattina in Camera di Commercio, con la consegna dei contratti ai nuovi assunti, che a partire da lunedì andranno a integrarsi ai 158 reclutati nel luglio scorso e ai 750 lavoratori storici.

“È un colpo definitivo al precariato dell’azienda: naturalmente Sanitaservice non ha la pretesa di risolvere un problema di portata ciclopica che è quella della richiesta di lavoro in questa città. Il fatto che le domande pervenuteci fossero ben 17mila evidenzia la portata del problema”, conclude Russo.

“Le persone assunte non hanno obblighi verso nessuno”, ha esordito il Governatore Emiliano, che risponde anche a chi vede le stabilizzazioni di Sanitaservice come uno strumento per acquisire consenso elettorale, in vista delle prossime elezioni regionali: “In realtà è controproducente. Ai precari uno può consigliare chi votare, non a chi è stabilizzato. Chi è libero vota per chi gli pare, prima chissà”.

In merito all’inchiesta sugli appalti ‘pilotati’ nella sanità foggiana, non si sbottona: “Attendo di avere dettagli e notizie, l’autorità giudiziaria fa accertamenti continui, perché ogni volta che qualcuno perde una gara c’è una denuncia. Le indagini sono tante, naturalmente mi dispiace. Si sta facendo un lavoro importante qui a Foggia, non vorrei che questo destabilizzasse chi sta lavorando. Se uno sbaglia paga, altrimenti non deve aver paura di niente”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento