rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Economia

Ristori agli ambulanti: c'è tempo per presentare le domande fino al 31 gennaio

Quattro milioni di euro è la somma complessiva destinata dalla Regione ai ristori degli operatori del commercio su aree pubbliche. La gestione del relativo bando è stata affidata a Unioncamere Puglia ed alle Camere di commercio territoriali

Il 31 gennaio alle ore 16,00 scadrà il termine per presentare le domande di partecipazione al bando per beneficiare dei contributi a fondo perduto, legati all'emergenza Covid19, previsti dal bando della Regione Puglia a favore degli ambulanti.

Quattro milioni di euro è la somma complessiva destinata dalla Regione ai ristori degli operatori del commercio su aree pubbliche. La gestione del relativo bando è stata affidata a Unioncamere Puglia ed alle Camere di commercio territoriali.

Le imprese ammesse a contributo sono quelle che nell'anno 2020 hanno registrato un calo di fatturato di oltre il cinquanta per cento rispetto all'anno 2019. Il contributo sarà concesso nei limiti delle risorse disponibili che saranno assegnate ad Unioncamere Puglia e ripartite tra le singole Camere di commercio pugliesi, proporzionalmente al numero di imprese ammesse al finanziamento nell'ambito del territorio di competenza.  Pertanto, tutte le domande ammesse avranno diritto al contributo e l'entità dello stesso dipenderà dal numero di domande presentate e graduata in base alle percentuali di calo di fatturato.

La Cciaa di Foggia si è subito attivata per rendere operativo il bando a favore degli operatori del territorio che, per accedere al contributo, devono risultare regolarmente attivi e iscritti nel registro delle imprese della Camera di Commercio

Le domande devono essere inviate esclusivamente per via telematica attraverso la piattaforma Restart.

Per le indicazioni operative, i codici Ateco ammessi e per consultare il bando integrale, si può consultare la pagina dedicata del sito internet della Camera di commercio di Foggia.

Per il presidente della Cciaa di Foggia, Damiano Gelsomino: “si tratta di una opportunità per i commercianti su aree pubbliche della provincia per rientrare, almeno in parte, delle perdite subite negli anni scorsi a causa delle restrizioni imposte dalla pandemia. Per la Camera di Commercio questa attività, svolta sulla base delle indicazioni della Regione Puglia in virtù del rapporto di collaborazione istituzionale consolidato nei mesi scorsi, è l’esempio concreto del lavoro che il nostro Ente mette in campo sul territorio a sostegno delle imprese”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ristori agli ambulanti: c'è tempo per presentare le domande fino al 31 gennaio

FoggiaToday è in caricamento