In arrivo fondi per i comuni di Poggio Imperiale e Lesina: dalla Regione ecco 3 milioni provenienti dalle royalties

Al fine di agevolare lo sviluppo economico armonioso ed inclusivo, la Regione Puglia assicura alla popolazione dei comuni di Poggio Imperiale e Lesina, impegnata nell’accoglienza e nell’assistenza ai migranti, un supporto in termini di infrastrutturazione

La Regione Puglia finanzia interventi di riqualificazione infrastrutturale e di messa in sicurezza nei territori dei comuni di Poggio Imperiale e di Lesina mediante le risorse riveniente dalle royalties idrocarburi per un importo totale di 3 milioni di euro.

Al fine di agevolare lo sviluppo economico armonioso ed inclusivo, la Regione Puglia assicura alla popolazione dei comuni di Poggio Imperiale e Lesina, impegnata nell’accoglienza e nell’assistenza ai migranti (che troveranno alloggio nelle foresterie appositamente realizzate per l’ospitalità temporanea dei lavoratori migranti in agricoltura), un supporto in termini di infrastrutturazione.

Gli interventi finanziati promuoveranno lo sviluppo delle attività economiche, turistiche e commerciali ivi presenti, oltre a costituire un miglioramento della qualità urbana e della vita dei cittadini, giacché attraverso l’incremento della dotazione infrastrutturale dei quartieri si implementerà il decoro urbano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • Puglia in zona gialla 'rinforzata' fino al 15 gennaio: cosa è concesso fare (e cosa no)

Torna su
FoggiaToday è in caricamento