Fissate le date del fermo biologico, insorgono i pescatori di Manfredonia

I pescatori incontrano l'assessore Angelillis e Riccardi. Il sindaco invia un telegramma alle istituzioni interessate. Fermo biologico fissato dal 6 agosto al 16 settembre

Non si placa la polemica dei pescatori di Manfredonia per le date del fermo biologico di pesca fissate nel periodo compreso tra il 6 agosto e il 16 settembre,

Gli operatori del settore esprimono amarezza e preoccupazione per una decisione che non terrebbe conto delle esigenze generali di natura tecnica ed economica.

I pescatori hanno incontrato l’assessore alle Risorse del Territorio e Sviluppo Economico, Antonio Angelillis e il sindaco della città sipontina per esprimere le ragioni della protesta

Terminato l’incontro, Angelo Riccardi ha inviato un telegramma al ministro delle Politiche Agricole, al direttore generale del ministero della Pesca, all’assessore Regionale alle Politiche Agricole e Pesca, al Prefetto di Foggia, e per conoscenza al comandante della Capitaneria di Porto di Manfredonia, in cui ha espresso disappunto per la decisione presa a scapito del comparto marittimo e contrariamente a quanto richiesto dalla marineria.

 “Le preoccupazioni – termina il primo cittadino sipontino - si estendono anche ad aspetti inerenti all’ordine pubblico. La richiesta di spostamento del periodo di fermo biologico tiene conto delle fondamentali esigenze di pesca legate alle particolari caratteristiche del golfo di Manfredonia notoriamente habitat naturale di riproduzione in particolar modo nel mese di luglio. Inoltre è forte la preoccupazione di evitare che vengano vanificati tutti gli sforzi fin qui compiuti dagli stessi pescatori nonché dalla Pubblica Amministrazione locale e dalla Regione Puglia per arginare gli effetti della crisi che ha penalizzato, come è ben noto, in modo particolare il settore della pesca. In attesa di un rapido e autorevole riscontro, porgo distinti saluti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • Neve fino a quote basse e temperature in calo: oggi tempo incerto, domani sole e giovedì sera la coltre bianca

Torna su
FoggiaToday è in caricamento