Ospedali 'Don Uva', scongiurato il fallimento. Cozzoli: “Restano ancora tante difficoltà”

Il Tribunale di Trani dichiara improcedibili i ricorsi per il fallimento della Casa Divina Provvidenza. “Dall’esito della procedura di cessione dipenderanno le sorti finali dell’Opera voluta da Don Pasquale Uva”

Il Don Uva di Foggia

Il Tribunale di Trani, con provvedimento del 10 ottobre 2016 (esaminata la documentazione allegata ai ricorsi e le dichiarazioni rese dal Commissario Straordinario all’udienza del 14 luglio 2016), ha dichiarato improcedibili i ricorsi proposti - nel 2012 dalla Procura della Repubblica e nel 2013 da Cofely Italia SpA - per il fallimento della Casa della Divina Provvidenza.

VENDITA DON UVA: PARLA L'AVV. COZZOLI

La decisione del Tribunale è motivata dall’ammissione alla procedura di Amministrazione Straordinaria da ultimo prorogata fino al febbraio 2017, a seguito di decreto del Ministero dello Sviluppo Economico. Il Collegio ha ritenuto che l’ammissione alla procedura di Amministrazione Straordinaria (finalizzata alla cessione dell’azienda) precluda qualsiasi pronuncia in ordine alla chiesta dichiarazione di fallimento divenuta improcedibile.

“Il fallimento è stato scongiurato solo grazie all’ammissione dell’Ente alla procedura di Amministrazione Straordinaria, ma restano ancora tante difficoltà. Dall’esito della procedura di cessione dipenderanno le sorti finali dell’Opera voluta da Don Pasquale Uva”. Così l’avv. Bartolomeo Cozzoli, Commissario Straordinario della Congregazione delle Ancelle della Divina Provvidenza in Amministrazione Straordinaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • In arrivo un nuovo decreto, filtra una bozza: restrizioni fino al 31 luglio e multe fino a 4mila euro per i trasgressori

  • Capitanata sotto choc, medico muore nell'inferno del Coronavirus. "Unica colpa è di aver fatto il suo dovere"

  • Coronavirus: un morto anche in Capitanata, zone rosse Foggia e San Giovanni Rotondo (sedi degli ospedali Covid-19)

  • Bollettino tragico: quattro morti in provincia di Foggia, solo oggi 120 positivi al Coronavirus in Puglia

  • Chiudono le pompe di benzina e gasolio: si comincia da mercoledì: "Da soli non ce la facciamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento