Mozione Amica e Dauniambiente: esito dell’incontro in Prefettura

Il Sindaco assume l’impegno del mantenimento dei livelli occupazionali e dell’attivazione di un tavolo tecnico di confronto per la valutazione condivisa del piano di risanamento

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Amica foggia-2COMUNICATO STAMPA DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO RAFFAELE PIEMONTESE

"L’Amministrazione comunale è impegnata, fin dal suo insediamento, nell’azione di riorganizzazione dei servizi pubblici locali e di ristrutturazione delle società di proprietà comunali che forniscono gli stessi, a partire dalla delibera di Consiglio comunale n.88, approvata il 30 novembre 2009, che ha modificato gli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune di Foggia presso Enti, aziende ed Istituzioni;

il 14 giugno 2011 il Consiglio comunale ha approvato la delibera di ricognizione delle società di proprietà comunale – AMGAS SpA, AMICA SpA e ATAF SpA – e di quelle partecipate da queste ultime, con cui ha autorizzato AMICA SpA a presentare ricorso al Tribunale per l’ammissione all’amministrazione straordinaria, prevedendo la costituzione di una nuova società (Newco) a cui affidare la gestione del ciclo integrato dei rifiuti con le risorse di AMICA e Daunia Ambiente, anche rivedendo il contratto di servizio;

a seguito del decreto della Sezione Fallimentare del Tribunale di Foggia che ha dichiarato il fallimento della società AMICA S.p.A., avverso cui l’Amministrazione comunale ha annunciato la volontà di presentare ricorso alla Corte d’Appello di Bari, si è svolto, lo scorso 25 gennaio, presso la Prefettura di Foggia, l’incontro tra il sindaco e le organizzazioni sindacali di AMICA S.p.A. e Daunia Ambiente al cui esito è stato sottoscritto il protocollo d’intesa che prevede:

- l’attivazione di un tavolo tecnico di confronto per la valutazione condivisa del piano di risanamento aziendale predisposto dall’Ente locale;
- qualunque sia l’esito dell’appello avverso il decreto con cui il Tribunale di Foggia ha dichiarato il fallimento di AMICA e qualunque sia la scelta della modalità di gestione del servizio, il Sindaco assume l’impegno del mantenimento dei livelli occupazionali di AMICA e Daunia Ambiente con applicazione del CCNL Federambiente/Fise e degli istituti contrattuali previsti per la tutela occupazionale e dei diritti maturati ed acquisiti dai dipendenti con particolare riferimento all’art.6 dello stesso CCNL, ivi incluse le prescrizioni dell’art.7 a totale garanzia dei livelli occupazionali.


ESPRIME:
solidarietà ai lavoratori delle società AMICA S.p.A e Daunia Ambiente e pieno sostegno all’azione del Sindaco, impegnandolo a dare piena e completa attuazione al protocollo d’intesa sottoscritto in Prefettura ed a tutte le azioni finalizzate al raggiungimento dell’obiettivo."

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento