La Puglia riparte dal "turismo in sicurezza". Emiliano: "Nulla è blindato, e siamo vaccinati. Ma monitoriamo la variante indiana"

Queste le parole del presidente della regione Puglia Michele Emiliano al 'Forum in masseria', la rassegna di Bruno Vespa per discutere di ripartenza e rilancio del Paese. Il governatore Emiliano: "Ci vuole cautela, dobbiamo lavorare e contemporaneamente gestire la pandemia"

“Noi stiamo lavorando per riprendere il turismo in sicurezza perché, negli spazi che la pandemia ci lascia, bisogna lavorare. Questa è la logica. La tecnica che utilizziamo è sempre lo stop and go. Nulla è blindato, siamo vaccinati, però sapete bene che in questo momento stiamo monitorando con grande attenzione questa variante indiana che è arrivata in Puglia e che non è sensibilissima al vaccino".

Queste le parole del presidente della regione Puglia Michele Emiliano intervenendo al “Forum in masseria” la rassegna di Bruno Vespa per discutere di ripartenza e rilancio del Paese, organizzata nella Masseria Li Reni e patrocinata dalla Regione Puglia. "Ci vuole cautela - continua Emilano - dobbiamo lavorare e contemporaneamente gestire la pandemia". 

"Il turismo ovviamente viene promosso con grande rispetto per le sofferenze che la gente ha patito, perché è chiaro che anche la percezione che il popolo pugliese ha cambia moltissimo a seconda del punto di vista. Io credo, abbiamo detto a San Pietroburgo qualche giorno fa, che la svolta è arrivata. Il clima, che da noi è favorevole, più i vaccini rendono possibile una maggiore fiducia nell’organizzare eventi, incontri e anche nel gestire le attività economiche”.

Emiliano ha anche detto che la Regione punta sul turismo per far leva sulla capacità attrattiva del territorio in tutti settori. “È il motivo - ha spiegato - per il quale stiamo trasformando lo statuto di PugliaPromozione, per renderla una agenzia che promuove l'immagine e l'economia pugliese in tutti settori, mantenendo la sua vocazione turistica: e quindi il turismo come mezzo di dialogo con il resto del mondo".

"Si attraggono personalità di rilievo perché investano, perché rimangano qui, anche ad abitare. Bruno Vespa, per esempio, è una di quelle grandi personalità del giornalismo e della cultura italiana che dopo aver conosciuto la Puglia ha cominciato a lavorare qui, innamorandosi di questo luogo. Poteva farlo in tanti altri posti e invece ha scelto la Puglia. Credo sia partito da una giornata turistica. Quindi il turismo è molto più importante di quanto non si possa immaginare”.

Si parla di

Video popolari

La Puglia riparte dal "turismo in sicurezza". Emiliano: "Nulla è blindato, e siamo vaccinati. Ma monitoriamo la variante indiana"

FoggiaToday è in caricamento