Produzioni di agrumi ko: sul Gargano intere produzioni lasciate a marcire sugli alberi o per terra

A denunciarlo la CIA agricoltori italiani Puglia: "Come per altri settori, serve un Piano Marshall per l'#agricoltura

Foto dal profilo FB della Cia

Dopo la denuncia dei danni causati dagli storni e più in generale dal proliferare della fauna selvatica, in uno dei periodi storici più difficili degli ultimi venti anni - che vanno dal crollo dei prezzi dei prodotti agricoli alla concorrenza sleale da parte della filiera, e dall'aumento della burocrazia ai ritardi nell’erogazione dei premi comunitari - la CIA agricoltori italiani Puglia torna a farsi sentire: "In provincia di Taranto come sul Gargano intere produzioni di agrumi lasciate sugli alberi o a marcire per terra. I prezzi accordati agli agricoltori sono offensivi, non dignitosi, insufficienti a coprire le spese per la produzione e la raccolta. Non bastano più le rassicurazioni, gli impegni sempre rimandati a domani. Come per altri settori, serve un Piano Marshall per l'#agricoltura

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Blitz antidroga nell'alto Tavoliere: una dozzina di arresti e perquisizioni nell'operazione 'Jolly'

Torna su
FoggiaToday è in caricamento