Le elezioni del rettore 'spaccano' Area Nuova: si dissociano due Dipartimenti, Pellicano: "La voce dell'associazione è una sola"

Economia e Medicina accusano l'associazione di "aver forzato la mano sul nome del candidato da appoggiare". Il coordinatore puntualizza: "Sono dichiarazioni di studenti che agiscono indipendentemente, da questo momento non più appartenenti ad Area Nuova"

I candidati Lo Muzio e Limone

Sul nome del futuro rettore dell’Università di Foggia si ‘spacca’ Area Nuova, tra le associazioni studentesche più longeve e solide attive in UniFg. La crepa si è evidenziata con la pubblica dichiarazione di sostegno al candidato Pierpaolo Limone, direttore del Dipartimento di Studi Umanistici, resa nota questa mattina.

Nel giro di poche ore, infatti, è stato redatto un secondo comunicato stampa che porta la sì la firma di Area Nuova, ma riporta la voce di soli due Dipartimenti - Economia e Medicina - che, al contrario, dichiarano di sostenere la candidatura del prof. Lorenzo Lo Muzio. “Le rappresentanze studentesche di Economia e Medicina Clinica e Sperimentale, per mezzo dei propri delegati presenti nel Consiglio degli Studenti dell’Unifg, intendono dissociarsi con forza dalle dichiarazioni di voto apparse in data odierna sui mezzi d’informazione. Tali dichiarazioni, infatti, restituiscono una visione parziale ed incompleta degli orientamenti presenti in seno all’associazione studentesca Area Nuova, cui appartiene la quasi totalità degli studenti aventi diritto al voto alle elezioni del prossimo 2 luglio”.

L'università che verrà: sfida Lo Muzio - Limone

Quindi, la disamina di ciò che sta accadendo in ‘casa Area Nuova’: “L’annullamento del dibattito interno, la frustrazione della libertà di espressione del pensiero critico e la sistematica violazione delle più elementari regole della dialettica democratica hanno caratterizzato le ultime fasi di vita dell’associazione in ordine alle scelte di maggior rilievo”, si legge nella nota dei due Dipartimenti. “Le modalità di selezione dell’indicazione di voto per l’elezione del Rettore hanno rispecchiato la gestione interna delle opinioni contrarie: pur in assenza di una linea comune e condivisa, l’attuale governance di Area Nuova ha inteso forzare la mano, pubblicando oggi un comunicato in cui si afferma che l’associazione sia compatta sul nome del candidato da sostenere: scelta, quest’ultima, in cui i sottoscritti non si riconoscono e da cui intendono prendere le distanze, anche nel merito”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Breve e perentoria, invece, la contro-replica del coordinatore Antonio Pellicano: “In nome e per conto di Area Nuova, in quanto coordinatore, comunico ufficialmente che l’Associazione è unica e sola. Ha espresso la sua posizione e a nome della stessa dichiaro che qualsiasi comunicazione pervenuta da qualsiasi altra persona non è da ritenersi appartenente ad Area Nuova.  Ogni nota, a firma degli studenti di singoli Dipartimenti, è fatta solo da studenti che agiscono indipendentemente, da questo momento non più appartenenti ad Area Nuova e per questo non autorizzati a parlare per conto di questa Associazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riparte l'estate "strana" della Puglia: spiagge aperte da lunedì 25 maggio. Dal 1 luglio obbligo di apertura degli stabilimenti

  • Un regalo di nozze agli sposi dalla Regione Puglia: "Se non rimandate il matrimonio all'anno prossimo"

  • Tragedia a Manfredonia: auto in mare, morta donna

  • Tragico incidente stradale sulla 'Adriatica': morto operaio foggiano, il terribile schianto contro un albero

  • Coronavirus: zero contagi e zero morti in provincia di Foggia

  • "Chiudo la movida". Emiliano: "Sono pronto". E nella 'Spaccanapoli' di Foggia assembramenti senza mascherine

Torna su
FoggiaToday è in caricamento