La chiesa cade a pezzi, cittadino dona 100mila euro: gesto commuove Sant'Agata di Puglia

Grande la soddisfazione del sindaco Gino Russo, che vede premiato l’impegno con il quale ha cercato e rincorso caparbiamente una soluzione per provare a riportare al culto l’antica e storica chiesa del suo paese

Michele Perrone

Ha donato centomila euro per far riaprire al culto l'antica chiesa Matrice di San Nicola, chiusa da più di un anno per lavori di ristrutturazione, e destinata a rimanere tale a causa di mancanza di fondi. Per salvarla dal decadimento e dall’abbandono, il sindaco del Comune di Sant’Agata di Puglia si era mobilitato alla ricerca strenua di una soluzione definitiva che potesse restituire alla cittadina la chiesa più importante del borgo, restaurata e praticabile.

È stato il il Grande Ufficiale e Commendatore Michele Perrone, santagatese dalla formazione umana e sociale sempre pronta e attiva nei confronti del suo paese natio, a dare una risposta forte e decisa all’appello del primo cittadino Gino Russo, manifestando la propria volontà di destinare centomila euro per i lavori di restauro della storica chiesa, in aggiunta ai diecimila euro precedentemente donati.

Già in occasione dell’inizio dei lavori, Michele Perrone aveva concesso, a titolo gratuito, l’utilizzo del ponteggio per la messa in sicurezza del tetto della chiesa. Grande, dunque, la soddisfazione di Russo, che vede premiato l’impegno con il quale ha cercato e rincorso caparbiamente una soluzione per provare a riportare al culto l’antica e storica chiesa del suo paese. Soluzione che ha trovato percorrendo la strada della solidarietà che, in questa occasione, s’è incrociata con quella della provvidenza, una strada che ha un nome e un cognome: quello del Commendatore Michele Perrone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Queste le parole del sindaco di Sant'Agata di Puglia: “C’è bisogno dell’impegno e dell’aiuto di tutti se vogliamo rivedere la nostra amata chiesa riaprire nuovamente e presto le porte alla sua gente. A diversi mesi di distanza dagli inizi degli interventi di restauro  occorre oggi fare un grande sforzo comune che trovi tutti i santagatesi pronti e decisi a dare una spinta determinante e risolutiva a questa vicenda. Dobbiamo far partire tutt’insieme una grande gara di solidarietà che ci trovi tutti quanti, in questo nuovo anno appena iniziato, uniti nell’unico grande desiderio di vedere la chiesa dei nostri padri riaprire finalmente a noi e ai nostri figli”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento