I prodotti in scadenza non si buttano più, verranno donati alle famiglie bisognose

E’ la base dell’accordo intercorso tra l’assessorato alle Politiche sociali di Manfredonia, l’ipermercato Conad e i volontari della P.A.S.E.R. di Manfredonia

Immagine di repertorio

Da ieri a Manfredonia è partita la raccolta quotidiana dei prodotti che si avvicinano alla data di scadenza.  Alimenti che, piuttosto che essere ritirati dagli scaffali dei supermercati e buttati via, verranno donati a chi ogni giorno, sul nostro territorio, si occupa di contrastare la povertà. “Sprecare è oggi inaccettabile, dobbiamo comprenderlo tutti, e bisogna intervenire sia con azioni concrete e sia a livello culturale, informando i nostri cittadini sulla necessità di combattere questo modo di fare” commenta l’assessore alla Solidarietà e Politiche sociali, Antonella Varrecchia.

E’ la base dell’accordo intercorso tra l’assessorato alle Politiche sociali, l’ipermercato Conad e i volontari della P.A.S.E.R. di Manfredonia, per sostenere due mense della nostra città (SS. Redentore e Casa Famiglia Speranza) che, in collaborazione con i servizi sociali comunali, aiuteranno ogni giorno le famiglie in difficoltà. Un accordo che permetterà di sviluppare un percorso di collaborazione, che consentirà di disporre di prodotti ancora buoni e da mettere a disposizione di chi ne ha bisogno. Un modo per ridurre lo spreco del cibo ma, soprattutto, per promuovere un legame con il territorio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Conclude Varrecchia: “Ogni giorno tramite i volontari coinvolti, si provvederà al ritiro dei prodotti disponibili presso l’ipermercato e questi ultimi saranno consegnati alle mense operanti sul territorio o alle famiglie in difficoltà segnalate dal Servizio sociale professionale. Ringrazio, perciò, la dott.ssa Silvia Ferri, direttrice del comparto Conad, per la sensibilità dimostrata e lancio un appello a tutti i commercianti affinché la nutrita filiera presente sul territorio aderisca ad accordi di solidarietà sociale, al fine di innescare processi culturali di cambiamento e solidarietà. Tutti possiamo essere d’aiuto… a tutti!”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento