Consiglio Comunale: deliberata la sanatoria per le multe al 31 dicembre 2004

Rinviata la discussione delle mozioni sul cimitero comunale. approvato il riconoscimento di 18 debiti fuori bilancio per un ammontare complessivo di 113.971,2 euro. Ok alla "Cittadella francescana della vita"

La seduta pomeridiana del Consiglio comunale, svoltosi ieri nell’Aula consiliare di Palazzo di Città, si è conclusa con l’approvazione di 22 delle 23 delibere iscritte all’ordine del giorno. Rinviata la discussione sulle mozioni presentate dai gruppi di minoranza relativamente agli atti amministrativi riguardanti il cimitero a causa del venir meno del numero legale.

Dopo l’approvazione della delibera con cui si autorizza il sindaco a sottoscrivere e promuovere l’accordo di programma con il Terz’Ordine Francescano Genoveffa De Troia per la realizzazione della ‘Cittadella Francescana della vita – Padre Pio da Pietrelcina’, il Consiglio ha discusso e deliberato con 21 voti a favore, 2 astenuti e 5 contrari, il riconoscimento di benefici economici per favorire il pagamento delle contravvenzioni elevate entro il 31 dicembre 2004.

La sanatoria, introdotta dalla finanziaria del 2009, ha come obiettivo la riduzione del contenzioso pendente e il miglioramento dell’efficienza del sistema di riscossione”, ha spiegato la vice sindaco, Lucia Lambresa, illustrando la delibera. Le somma da riscuotere ammonta all’incirca a un milione di euro, ma “il notevole lasso di tempo trascorso dall’emissione del verbale di contestazione rende oltre modo difficile e onerosa l’esazione. Di qui l’adesione alla sanatoria come già fatto da moltissime altre città che prevede un abbattimento dell’onere della contravvenzione per quanti effettueranno il pagamento entro il 31 dicembre. L’obiettivo finanziario dell’Amministrazione comunale è incassare circa 500.000 euro".

Approvato con 19 voti a favore, 1 astenuto e 6 contrari il parere del Comune sulla pianta organica delle farmacie per il biennio 2007/2008 e precedenti.

L’Assise consiliare ha esaminato e approvato il riconoscimento di 18 debiti fuori bilancio – per un ammontare complessivo di 113.971,2 euro – rivenienti da sentenze del Tribunale di Foggia o del Giudice di Pace. Oltre ad essere un obbligo di legge ed una procedura amministrativa ordinaria, “il riconoscimento e la conseguente liquidazione dei debiti fuori bilancio è una delle richieste, più volte reiterate, dalla Corte dei Conti – ha affermato il sindaco, Gianni Mongelli – a cui possiamo ora fare fronte grazie alla definizione della procedura delle alienazioni concluse a dicembre che ha consentito al Comune di incassare 13.031.381, 38 euro”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • "Irresponsabile incoraggiare la didattica in presenza". Appello di Emiliano al mondo della scuola. "La mia non è una crociata"

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento