Giovedì, 21 Ottobre 2021
Economia

Il ‘Decreto Fare’ salva campeggi e villaggi vacanze, anche del Gargano

Le 2.700 imprese del settore ringraziano il Governo e le Regioni per averci ascoltato - dichiara Pasquale Motta, è residente Assocamping Confesercenti

Pericolo scongiurato per campeggi e villaggi vacanze anche del Gargano, grazie a una disposizione inserita nel ‘Decreto Fare’. La questione, segnalata da Assocamping Confesercenti al Governo e presso tutte le sedi istituzionali nazionali e regionali, ha evitato il tracollo di un settore fondamentale nell’offerta della vacanza italiana. 

Per risolvere alcune questioni interpretative, spesso causa di sequestri e di blocco dell’attività turistico-ricettive all’aperto, la norma inserita nel Decreto Legge riguarda il posizionamento di allestimenti mobili di pernottamento, quali camper, caravan, case mobili, e relativi accessori (verande, cucinotti, ecc.), temporaneamente ancorati al suolo, all’interno di strutture ricettive all’aperto per la sosta ed il soggiorno di turisti. 

In particolare, facendo riferimento a normative di settore contenute in diverse leggi regionali, con le nuove norme i campeggi non necessitano di permesso a costruire, laddove detto posizionamento sia effettuato in conformità alle leggi regionali applicabili ed al progetto già autorizzato con il rilascio del permesso a costruire per le medesime strutture ricettive. 

Le 2.700 imprese del settore ringraziano il Governo e le Regioni per averci ascoltato – dichiara Pasquale Motta, è residente Assocamping Confesercenti. Con la stagione alle porte, la concorrenza internazionale e la difficile congiuntura economica, si rischiava di perdere una parte significativa dell’offerta ricettiva di qualità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ‘Decreto Fare’ salva campeggi e villaggi vacanze, anche del Gargano

FoggiaToday è in caricamento