Martedì, 19 Ottobre 2021
Economia

De Leonardis: “85 milioni per Ryanair nei prossimi 5 anni. E Foggia sta a guardare”

Sconti, bonus e incentivi concentrati sugli scali di Bari e Brindisi. Per il consigliere regionale del Nuovo Centrodestra: “una mera fotografia dell’esistente, destinata ad amplificare un divario già enorme

“85 milioni per Ryanair nei prossimi cinque anni, Bari e Brindisi ringraziano, Foggia resta a guardare”. E’ questa la lapidaria dichiarazione del consigliere regionale del Nuovo Centrodestra, Giannicola De Leonardis che, con una nota ufficiale, torna sull’argomento – spinoso e controverso – dei voli da e per il Gino Lisa.

“John Alborante, sales & marketing manager per Italia, Grecia e Croazia della compagnia aerea low-cost irlandese Ryanair, in un’intervista rilasciata al Corriere del Mezzogiorno ha spiegato che i vertici di Aeroporti di Puglia nei diversi contatti con Ryanair hanno illustrato il sistema aeroportuale regionale senza fare alcuna menzione alle realtà di Foggia e Grottaglie, pertanto a lui sconosciute”, spiega.

“Una mera fotografia dell’esistente, insomma, destinata ad amplificare nei prossimi anni un divario già enorme tra realtà che pure meriterebbero uguali attenzioni, alla luce del rinnovo automatico -prossimo venturo- del contratto con la compagnia irlandese per altri cinque anni, quasi 85 milioni di euro complessivi tra sconti, bonus e incentivi, ovviamente concentrati sugli scali di Bari e Brindisi”.

E anche se l’attuale pista del ‘Gino Lisa’ non permette certo l’atterraggio e il decollo dei vettori utilizzati dalla Ryanair, “con l’allungamento tanto atteso e auspicato della stessa la situazione potrebbe decisamente cambiare, così come l’attenzione e l’interesse per destinazioni come il Gargano e San Giovanni Rotondo, già adesso meta di milioni di turisti nonostante collegamenti infrastrutturali lacunosi”.

“Ma di questo non c’è traccia nella programmazione regionale, e per il presidente Nichi Vendola e l’assessore al Bilancio Leonardo Di Gioia è evidentemente sufficiente rilanciare lo scalo aeroportuale foggiano attraverso una start-up. Li ringraziamo per la cortese attenzione, ma insieme a un divario sconcertante è inevitabilmente ed esponenzialmente destinata ad aumentare anche la delusione di una comunità stufa di accontentarsi di briciole di bilancio e di voli a singhiozzo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Leonardis: “85 milioni per Ryanair nei prossimi 5 anni. E Foggia sta a guardare”

FoggiaToday è in caricamento