rotate-mobile
Economia

10 milioni di quintali di grano raccolti: è record nel Foggiano, ma più ombre che luci

Ogni impresa agricola ha perso 165 euro a ettaro per effetto della diminuzione del grano sceso dai 30 euro del 2015 ai 19 di quest’anno. 560mila quintali sono stati importati dall’estero

Rispetto all’estate 2015 il valore della produzione del grano è sceso, ma il raccolto è aumentato. In provincia di Foggia il dato della mietitura di 10 milioni di quintali di grano duro raccolti, è un record rispetto ai sette milioni e 440mila di dodici mesi fa. Un incremento del 35% sulle stesse superfici coltivabili pari a 240mila ettari. Ma si tratta di un bilancio “con più ombre che luci quello della campagna cerealicola di Foggia” così come sottolineato nel Tg della Cia Puglia del 28 luglio.

Il valore del frumento duro è crollato, passando da 242 milioni a 183 milioni di euro per effetto della diminuzione del grano sceso dai 30 euro del 2015 a quintale ai 19 dei giorni nostri. Ciò significa che ogni impresa agricola ha perso 165 euro per ogni ettaro

Vero è inoltre che la pioggia dei mesi invernali e primaverili ha fatto aumentare la presa media per ettaro, salita da 31 a 42 quintali, ma è altrettanto vero – così come evidenziato nel servizio del tg della Confederazione Italia Agricoltori - ha slavato il grano con il conseguente abbassamento delle qualità e del valore proteico che non supera l’11%.

Un dato ben al di sotto del 14% chiesto da mulini e pastifici, che in questi mesi si sono rivolti all’estero. Infatti, nei mesi di maggio e giugno, nel Porto di Manfredonia sono stati scaricati 560mila quintali di grano duro importanti da Kazakistan, Russia, Canada e Australia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

10 milioni di quintali di grano raccolti: è record nel Foggiano, ma più ombre che luci

FoggiaToday è in caricamento