"Foggia, Lecce e BAT tra le 15 province con più disoccupati"

Domenico Longo: " "Per invertire questi indicatori negativi occorre fare sistema: istituzioni e forze sociali devono battersi insieme"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Secondo Istat nel primo trimestre del 2014 è aumentato l'esercito di manodopera che cerca una occupazione ma anche, complessivamente, il numero di disoccupati e inattivi: "quasi 7 milioni di persone". Per molti di loro a incidere e' soprattutto lo scoraggiamento derivato dal fatto che la crisi toglie opportunità. Sempre secondo Istat, "sul primo trimestre ai 3,487 milioni di disoccupati si possono sommare 3,381 milioni di inattivi che desidererebbero lavorare, ma non cercano attivamente o non sono subito disponibili, per un totale di 6,87 milioni". Tra i primi tre mesi del 2013 e lo stesso periodo del 2014, disoccupati e inattivi sono aumentati del 6,9 per cento, oltre 400 mila persone in più.

Tre province pugliesi sono tra le quindici in Italia col più alto tasso di disoccupazione generale (BAT 22%, Foggia e Lecce 21,1%), che a marzo 2014 ha fatto segnare il 12,7%, 3 milioni 340 mila disoccupati. Due province (Foggia 32,2% e Lecce 31,6%) sono tra le quindici col più elevato tasso di inoccupazione giovanile, che nel Paese ha toccato il 42,7%. Si perdono mille posti di lavoro al giorno, 520 mila lavoratori sono in cassa integrazione dall'inizio dell'anno, l'indice di povertà è schizzato dal 15 al 23%. "Per invertire questi indicatori negativi occorre fare sistema: istituzioni e forze sociali devono battersi insieme".

In puglia servono progetti di contrasto al lavoro nero e di crescita professionale del settore, che può fare leva sull'alto gradimento che riscuote l'Italian style nel mondo. Il made in Italy è un brand di successo, a condizione di garantire prodotti di eccellenza. Occorre superare il fasonismo e puntare sulla qualità. Senza dimenticare il nostro Gargano che ha vocazione turistica delle più belle spiagge di una regione che fa dell'attrattiva turistica una delle principali risorse dello sviluppo.

Ridate l'Aeroporto civile di Foggia, situato a circa 3 km dal centro della città raggiungibile con il servizio bus e con navetta. Il bacino d'utenza dello scalo Dauno è molto ampio, comprendente tutta la provincia di Foggia e parte delle limitrofe province di Andria, Barletta, Avellino, Benevento Campobasso e Potenza.

1) I nostri giovani hanno più bisogno di esempi che di critiche. Gran parte degli esempi, purtroppo, sono svantaggiosi.

2) La Regione Puglia lavori di più per dare un futuro ai nostri giovani. Sono la nostra unica, seria, innovativa e credibile speranza.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento