Grandapulia e la Mongolfiera riaprono la domenica: ingressi contingentati e straordinarie misure di prevenzione

Oggi è stata revocata l'ordinanza del sindaco Franco Landella. I presidenti dei Consorzi hanno rinunciato al ricorso e ad eventuali richieste di risarcimento e si sono impegnati ad adottare ulteriori e straordinarie misure di prevenzione

È stata revocata oggi l'ordinanza n. 75 del 24 settembre che disponeva la chiusura al pubblico nelle giornate domenicali e festive infrasettimanali dei centri commerciali Mongolfiera e GrandApulia. "All'emissione di quella ordinanza - spiega l'assessore alle Attività Produttive del Comune di Foggia Sonia Ruscillo - si era giunti perché, alla luce del preoccupante andamento della curva epidemiologica, si era pensato di scongiurare gli assembramenti dovuti a persone che magari proprio nel weekend o per il maltempo si sarebbero potute trattenere all'interno delle aree comuni dei centri commerciali. Il 28 settembre è arrivato un ricorso da parte dei centri commerciali e il 30 settembre si è riunito un tavolo tecnico, in cui eravamo presenti io, il sindaco e tutti i tecnici e funzionari e siamo giunti ad una soluzione. Abbiamo posto delle condizioni: rivedere i loro piani di sicurezza, scongiurando l'assembramento. E ieri i presidenti del Consorzio GrandApulia e Consorzio Mongolfiera hanno formulato la rinuncia al ricorso ma si sono impegnati ad adottare ulteriori e straordinarie misure di prevenzione". Chiaramente i centri commerciali hanno rinunciato anche a potenziali richieste risarcitorie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le nuove condizioni sono dettagliate nell'ordinanza numero 82 del 2 ottobre: saranno intensificati gli interventi di sanificazione degli spazi comuni, con cadenza quindicinale anziché mensile; la domenica e nei festivi sarà misurata la temperatura all'ingresso; saranno intensificati i controlli per il corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuale e per l'igienizzazione delle mani; sarà rafforzata anche l’attività di controllo anti-assembramento mediante l’intervento del personale di vigilanza. Rispetto all'affluenza, i dati saranno monitorati con il contapersone collegato all’app Live Presents -  software di gestione già operante che in caso di capienza massima procede alla chiusura delle porte di ingresso per agevolare il deflusso delle persone in uscita - e con il controllo visivo da parte del personale di vigilanza;  sarà adottato un parametro più stringente e prudenziale in merito alla soglia massima di compresenza dei clienti nelle sole aree comuni rideterminata in 1.600 persone per il Centro Commerciale GrandApulia e 1.120 persone per il Centro Commerciale Mongolfiera; saranno dunque contingentati gli accessi, bloccando il flusso in entrata e incaricando in tempo reale il personale di vigilanza di monitorare la fuoriuscita della clientela eventualmente in esubero. I presidenti del Consorzio GrandApulia e del Consorzio Centro Commerciale Mongolfiera hanno assicurato la più ampia fruibilità dei dati numerici degli accessi relativi all’affluenza in tempo reale all’interno delle strutture da parte degli organi di polizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento