menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cosap da pagare malgrado le chiusure, ristoratori foggiani indignati. Il Comune: "Un disguido, presto esenzioni anche per il 2021"

Dopo la denuncia del titolare di un ristorante foggiano, è arrivata la replica dell'assessora Ruscillo: "Siamo in fase di approvazione di atti che stabiliscono esenzioni anche per i mesi del 2021"

"In un periodo così difficile questa è l'ennesima beffa che la mia attività deve sopportare. Pagare per un servizio di cui non usufruiamo e per cui spendiamo già dei soldi ogni anno. Questo in un anno in cui il mio, come altri locali, sono stati chiusi al pubblico da marzo". Con questo post, il titolare del locale Artesian Grill, aveva denunciato la "beffa" rappresentata dalla richiesta di pagamento della Cosap, la tassa di occupazione del suolo pubblico. Il tutto, malgrado i mesi di chiusure ai quali il locale, al pari di tanti altri della città, è stato ed è soggetto. 

Sul caso, è intervenuta l'assessora alle Attività Economiche del Comune Sonia Gemma Ruscillo: "L'Amministrazione comunale, in primis nella persona del sindaco Franco Landella, ha volutamente e sentitamente mostrato vicinanza a tutti gli operatori commerciali in un periodo così difficile come quello che stiamo vivendo e lo ha fatto con atti concreti approvati sia in giunta che in consiglio comunale. Abbiamo così posto in campo tutte le misure di aiuto alle attività commerciali colpite dalla pandemia da covid-19 prevedendo l'esenzione e, quindi, la non tassabilità della Cosa  per la durata pari al periodo obbligatorio di chiusura attività. Abbiamo voluto dare un sostegno immediato e maggiore alle nostre attività stanziando fondi comunali per alleggerirle dal pagamento della Cosap in un periodo in cui lo Stato non aveva previsto nessuna misura agevolativa. Il Comune di Foggia, tramite dell'assessorato alle Attività Economiche, ha volutamente esentato dal canone già dai mesi di chiusura effettiva delle attività. Come si può chiedere denaro a chi non lavora per cause a lui non imputabili? Ci siamo chiesti. E così abbiamo stanziato da subito 300mila euro a carico del bilancio comunale a copertura della minore entrata Cosap dell'annualità 2020.

Con la Deliberazione di Giunta n. 34 del 19 maggio 2020 recepita con la Deliberazione n. 93 del 25 agosto 2020 dal Consiglio Comunale, abbiamo altresì previsto che nel caso di pagamenti per occupazione permanente già effettuati per l’intera annualità gli stessi, previa istanza, saranno detratti da quelli dovuti per l’anno successivo.

Con la Deliberazione n. 47 del 17 giugno 2020 abbiamo approvato le linee applicative per l’installazione degli elementi di arredo urbano ai fini di occupazione di suolo pubblico per il periodo indicato all’art. 181 comma 2 D.L. 34/2020 e stabilito di regolare le occupazioni di suolo pubblico in ampliamento rispetto alle preesistenze e quindi di rilasciare, su istanza, le corrispondenti autorizzazioni fino al termine del 31 ottobre 2020.

Con la Deliberazione di Giunta n. 110 del 30 ottobre 2020, abbiamo prorogato il termine di validità degli indirizzi per l’occupazione di suolo pubblico con relative esenzioni dal pagamento della Cosap fino al 31 dicembre 2020".   

L'assessora aggiunge che sono "in fase di approvazione gli atti che stabiliscono esenzioni dalla Cosap per tutte le categorie commerciali anche per i mesi del 2021. Ringrazio gli operatori commerciali per la vicinanza nei confronti dell'Amministrazione comunale con numerosi messaggi ed attestati di stima. Nei prossimi giorni sarà mia premura fare chiarezza sul disguido che si è creato nelle ultime ore". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento