Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO | Foggiane e straniere insieme: la sartoria come occasione di riscatto e di lavoro

 

Si è tenuta questa mattina presso la Sala del Consiglio di Palazzo Dogana, la conferenza stampa di presentazione del progetto “I saperi  x l'inclusione”, promosso dal Rotary club Foggia 'Umberto Giordano', presieduto dal dr. Luciano Magaldi, coorganizzato con l’Ufficio della Consigliera di Parità, avv. Antonietta Colasanto. L'iniziativa gode del partenariato della Caritas Diocesana e delle Acli.

Si tratta di un percorso formativo della durata di 160 ore rivolto a 25 donne, di cui 80% immigrate, regolarmente soggiornanti sul nostro territorio, e 20% italiane, al fine di facilitarne l’integrazione sociale. Il percorso, da espletare da dicembre a maggio 2018, è articolato in moduli finalizzati all'acquisizione di competenze di base della lingua e cultura italiana e di competenze tecnico-professionali nel settore della sartoria, al fine di avviare all’autoimprenditoria le donne, rafforzandone autonomia, autostima e consapevolezza delle proprie capacità. Previsto anche un percorso di orientamento sul territorio (in ambito sanitario, lavorativo, giuridico-amministrativo) curato dalle Acli.

Le lezioni si svolgeranno presso il Conventino della Caritas, dove è stata allestita una sartoria, a cura di esperti, conoscitori delle materie di insegnamento, che saranno affiancati da un mediatore culturale e dal socio rotariano Maria Buono, responsabile del Progetto, che avrà il compito di monitorare l’andamento dei moduli didattici al fine di garantire il buon svolgimento del corso. A completamento del corso sarà rilasciato alle partecipanti un attestato di frequenza e verrà organizzato un evento aperto alla cittadinanza sì da pubblicizzare le competenze acquisite, con sfilata di abiti vintage rielaborati e di nuovi modelli creati dalle allieve.

Riteniamo sia una iniziativa per la quale auspicare tutti il massimo successo, nella convinzione la formazione sia la leva giusta per favorire il reale inserimento sociale degli extracomunitari. 

                                                                                                         

Potrebbe Interessarti

Torna su
FoggiaToday è in caricamento