Il Covid frena l'economia a Vieste. Il Comune elimina la tassa di occupazione ai commercianti: "Fino al 31 marzo"

La giunta comunale ha deliberato di prorogare fino al 31 marzo del prossimo anno l’autorizzazione temporanea all'ampliamento dell’area di dehors per le imprese in regola con il pagamento della Cosap fino al 2019

Vieste, piazzetta Petrone

Niente tassa di occupazione del suolo pubblico fino al prossimo 31 marzo 2021 per tutte quelle attività commerciali in regola con i pagamenti. La risposta del Comune di Vieste al perdurare dell’emergenza sanitaria, non si fa attendere.

La giunta comunale ha deliberato di prorogare fino al 31 marzo del prossimo anno l’autorizzazione temporanea all’ampliamento dell’area di dehors per le imprese in regola con il pagamento della Cosap fino al 2019. La proroga mantiene invariate le condizioni, ovvero i titolari delle imprese sono esonerati dal pagamento della tassa per l’occupazione del suolo pubblico fino a marzo.

“L’amministrazione è vicina alle attività commerciali della città", spiega l’assessore alle Attività produttive Rossella Falcone, "e sta adottando diverse misure per contribuire a sostenere il sistema economico locale anche in questa nuova fase dell’emergenza sanitaria. Non nascondo una forte preoccupazione per la tenuta futura del tessuto economico, ed è per questo che lavoreremo ancora di più a contatto con le associazioni di categoria, in modo da mettere in campo tutte le risorse e le iniziative possibili". 

"Grazie a questo provvedimento le pizzerie al taglio, le gelaterie, le pasticcerie e le altre attività artigianali del settore alimentare, i ristoranti, i bar ed in generale i pubblici esercizi e gli esercizi di vicinato non dovranno pagare il suolo pubblico fino al 31 marzo 2021. Dopo i provvedimenti a sostegno delle imprese approvati a giugno, oggi una nuova misura che favorirà le aperture invernali delle attività che vorranno coglierne l’opportunità", continua.

"Alla luce di questo provvedimento, invito i titolari delle varie attività commerciali a tenere aperti i propri esercizi, in un periodo che registra comunque dei flussi significativi di turisti, al fine di garantire alla città l’immagine di una destinazione pronta ed accogliente anche nel fuori stagione”, conclude.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento