menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Puglia in zona gialla 'rinforzata' fino al 15 gennaio: cosa è concesso fare (e cosa no)

Bar, ristoranti e pasticcerie restano aperti fino alle 18, con possibilità di consumazione; fino alle 22 è previsto l'asporto. Lo sport è consentito nei centri sportivi e all'aperto. Dal 16 gennaio sono previste ulteriori strette

Fino al 15 gennaio, la Puglia è in zona gialla 'rinforzata. In questo periodo, come è noto, sono vietati gli spostamenti da e verso la regione, salvo motivi di salute, esigenze lavorative o comprovate necessità.

In questa fase, quindi, sono valide le regole dell'area con minori restrizioni ma sono vietati gli spostamenti fuori regione. La Regione Puglia mette ordine tra concessioni e divieti previsti, settore per settore, fino al prossimo cambio di 'semaforo' di rischio.

Per quanto riguarda gli spostamenti, dalle 5 alle 22 è consentito spostarsi in un altro comune senza necessità di motivare il movimento. È vietato spostarsi tra regioni diverse ed è raccomandato ridurre al minimo gli spostamenti ed evitare di ricevere in casa persone diverse dai conviventi.

In materia di ristorazione, bar, ristoranti, gelaterie e pasticcerie sono aperti fino alle 18, con possibilità di consumazione all'interno. Il consumo al tavolo è ristretto a massimo 4 persone, salvo conviventi. Dalle 18 alle 22 è consentito l'asporto, il servizio a domicilio non ha restrizioni.

Per quanto riguarda l'attività motoria, lo sport è consentito presso i centri sportivi e all'aperto. Per svolgere attività motoria ci si può spostare anche fuori dal proprio comune. Inoltre, i negozi sono aperti. Musei, cinema e teatri sono chiusi. Vietate sagre e feste. Restano aperte le attività che forniscono servizi alla persona (parrucchieri, barbieri, centri estetici). Dal 16 gennaio sono previste ulteriori strette.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento