'Leggere e scrivere sul web': un successo il convegno a San Nicandro Garganico

Grande partecipazione alla serata del 28 dicembre, organizzata dall’associazione culturale Agorà, che si è svolta a San Nicandro Garganico presso l’auditorium di Palazzo Fioritto. Vocale: “Non ci aspettavamo di riempire Palazzo Fioritto al nostro primo evento”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Grande partecipazione alla serata del 28 dicembre, organizzata dall'associazione culturale Agorà, che si è svolta a San Nicandro Garganico presso l'Auditorium di Palazzo Fioritto. "Leggere e scrivere sul web" il tema del convegno che ha suscitato l'interesse e la curiosità di molti. Il primo ad intervenire è stato Domenico Maria Mascolo, socio fondatore e tesoriere dell'associazione, con il ruolo di moderatore. "Questo convegno nasce dall'idea di Emilio Panizio che voleva creare una festa per il sito che ha compiuto cinque anni. E' la prima volta che usciamo pubblicamente e siamo felici di farlo".

In rappresentanza dell'amministrazione comunale Lorena Di Salvia, assessore alla Cultura, che ha ringraziato l'associazione per il lavoro svolto: "Sono qui per darvi un grosso in bocca al lupo. Avete fatto un regalo a questa città, perché grazie al vostro sito, grazie alla vostra dedizione verso il web, avete fatto circolare la comunicazione, l'informazione, e soprattutto avete dato la possibilità di far sentire vicini tutti quei sannicandresi che sono fuori".

In seguito è toccato al presidente dell'associazione, Piero Vocale, l'onere e l'onore di raccontare ai presenti come è nato il sito sannicandro.org e come quindi si è evoluto nei primi 5 anni di attività. "Ringrazio tutti i presenti, sinceramente non ci aspettavamo di riempire Palazzo Fioritto al nostro primo evento, soprattutto in questi giorni di festa".

Vocale parte con il suo racconto dal 27 marzo 2007, giorno in cui ufficialmente viene acquistato il dominio del sito, arrivando anche a parlare dei progetti futuri dell'associazione e concludendo col ringraziare tutti i soci di Agorà: "Innanzitutto il nostro primo obiettivo è la realizzazione di una sede fissa, un piccolo studio televisivo dove poter registrare delle trasmissioni con chiunque voglia collaborare. Ci tenevo a ringraziare - conclude - tutti i soci dell'associazione che in diversi modi permettono di mantenere vivo il nostro sito: Vincenzo Galasso, Domenico Maria Mascolo, Nazario Cruciano, Anna Concetta Giornetta, Matteo Ciavarella, Matteo Vocale, Vincenzo Giagnorio, Packy Caruso e Michele Ritoli".

La parola è quindi passata ad Alessandra Monaco, laureata in Filologia, letterature e storia, che ha parlato della lingua e della letteratura sul web 2.0, sui modi di scrivere, le diverse scuole di pensiero, le direzioni che la scrittura su internet sta prendendo. "La mia più che altro è una riflessione su quella che è la lingua del web, che si trova di fronte ad un nuovo tipo di tecnologia che sembra non avere nulla a che fare con la tradizione letteraria. Parlare del linguaggio del web significa sostanzialmente parlare di comunicazione. C'è bisogno di competenza - conclude Alessandra Monaco - c'è bisogno di preparazione, ma soprattutto c'è bisogno di molta passione. Io credo che questi ragazzi ne abbiamo davvero da vendere".

E' stata quindi la volta dell'aspetto giuridico dell'avvocato del foro di Lucera Angelo Ruberto con il suo intervento "Aspetti giuridici nella blogsfera". Prima di addentrarsi negli aspetti giuridici l'avvocato ha voluto un po' soffermarsi sull'evoluzione dell'informazione: "Nel pomeriggio guardavo Rai 3 e trasmettevano un programma sull'Italia che cambia. Mi è venuto in mente l'oggetto di questo convegno e pensavo ai grandi cambiamenti che ci sono stati nel modo di comunicare. Negli ultimi tempi il lettore è cambiato, è diventato anche scrittore perché interagisce con chi scrive. Forse il 100% delle notizie ora viaggia sul web, e viaggia in una maniera talmente veloce che dopo qualche minuto qualche notizia è già vecchia".

A concludere la serata l'avvocato del foro di Bologna Emilio Panizio, ideatore insieme a Vocale del convegno, che si è soffermato sui diritti d'autore, in particolare sulle nuove regole dettate dall'AGCOM. "Una novità recentissima di questi giorni è il regolamento dell'AGCOM che tutela il diritto d'autore su internet. E' molto restrittivo che colpisce la pirateria e aumenta la responsabilità dei provider e gestore dei siti. Le sanzioni sono anche molto pesanti".

Oltre agli aspetti legali, Panizio ha voluto soffermarsi anche su quella che è stata la storia dell'informazione a San Nicandro Garganico, dagli anni '40 con i primi giornali su carta stampata, fino ai giorni nostri con le notizie pubblicate sul web. Una serata che, dato il vasto interesse suscitato dal pubblico anche alla fine del convegno che si è intrattenuto con i relatori, potrebbe essere ripetuta approfondendo altre tematiche riguardante il web.

Torna su
FoggiaToday è in caricamento