C'è ancora speranza per la 'Regionale 1': il progetto può rientrare nel Contratto di Sviluppo della Capitanata

Vertice in Prefettura alla presenza dei 29 sindaci dei Monti Dauni, con Nicola Gatta, Raffaele Grassi, Arcuri e Gerardo Capozza. L'arteria che collegherebbe il Tirreno con l'Adriatico, e il casello della A14 con quello della A16, potrebbe rientrare nelle opere finanziabili

La famigerata Regionale 1, la Pedesubappenninica che dovrebbe collegare il Tirreno con l’Adriatico, il casello autostradale della A16 di Candela con il casello della A14 di Poggio Imperiale, potrebbe ritornare una delle principali opere strategiche finanziata indirettamente con i fondi del Contratto Istituzionale di Sviluppo della Capitanata. 

Il progetto non era stato inserito tra le prime 43 opere finanziate, tanto da suscitare rabbia e amarezza tra i sindaci dei Monti Dauni che attraverso il coordinatore della Strategia Nazionale Aree Interne Monti Dauni, Michele Dedda, hanno chiesto e ottenuto un incontro con i rappresentanti istituzionali.

Il vertice si è svolto in Prefettura alla presenza  dei 29 sindaci dell’appennino dauno, del presidente della Provincia, Nicola Gatta, del Prefetto di Foggia, Raffaele Grassi,  dell’amministratore delegato di Invitalia, Domenico Arcuri, e di Gerardo Capozza in rappresentanza della segreteria del Consiglio dei Ministri. Al termine dell’incontro le parti si sono lasciate con la concreta possibilità di poter reinserire tra le opere finanziabili, l’importante arteria che lambisce diversi comuni dei Monti Dauni. I sindaci e la Provincia di Foggia si sono impegnati a trasferire tutta la documentazione a Invitalia che provvederà a realizzare il progetto esecutivo per poi trasferirlo ad Anas che a sua volta lo inserirà nel Programma delle grandi opere pubbliche nazionali.

Alla fine tutti soddisfatti. “L’unione anche in questo caso ha fatto la forza di questo territorio. I Monti Dauni – ha dichiarato il coordinatore della SNAI, Michele Dedda – non può perdere questa grande opportunità. Per noi il completamento della Regionale 1 è l’ultima speranza che ci resta per tentare di fare crescere l’economia. Confidiamo nell’impegno preso dalle parti e ci auguriamo che i tempi non siano lunghi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

  • Spaventoso incidente in via Castiglione: ragazza abbatte tubo del gas e si schianta contro una farmacia agricola

  • Saturimetro: cos'è e quali sono i modelli migliori in commercio

Torna su
FoggiaToday è in caricamento